Acronis pensa alla protezione digitale delle aziende del Medio Oriente

Al #CyberFit Summit chiusosi ieri, Acronis ha detto la sua su protezione dei dati e sicurezza digitale

Consapevole di come il Medio Oriente rappresenti uno dei mercati in più rapida espansione, Acronis ha presentato i temi e le sfide della moderna gestione dati e le modalità per contrastare la crescente minaccia degli attacchi informatici.

L’occasione l’ha data il recente #CyberFit Summit organizzato nella splendida cornice della Yas Island Rotana di Abu Dhabi, che per molti dei circa 6mila rivenditori presenti solo in questa regione, rappresenta un eccellente momento di incontro.

Nello specifico, Acronis ha presentato le soluzioni più recenti e alcune testimonianze di clienti, tra cui StarLink, uno tra i distributori a valore aggiunto che fa registrare la più rapida espansione.

E non lo ha fatto a caso. La rapida modernizzazione e l’elevato tasso di adozione degli smartphone fanno del Medio Oriente un bersaglio attraente per gli hacker. Un recente report conferma, nei soli Emirati Arabi, un incremento del 12% degli attacchi malware nei primi tre mesi del 2019 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Da qui la presentazione di tre nuove soluzioni di protezione digitale – Acronis Cyber Protect, Acronis Cyber Platform e Acronis Cyber Infrastructure – destinate all’area del Golfo Persico e mirate a rivoluzionare il modo con cui l’industria locale affronta le moderne sfide di protezione dei dati e sicurezza digitale.

  • Acronis Cyber Protect, che integra sette funzionalità di Cyber Protection in un’unica soluzione di semplice utilizzo: backup, disaster recovery, difesa dal malware basata su intelligenza artificiale, certificazione e convalida dell’autenticità dei dati, valutazioni della vulnerabilità, gestione delle patch e gestione e monitoraggio da remoto.
  • Acronis Cyber Platform, che offre a service provider e ISV la possibilità di personalizzare, ampliare e integrare la protezione informatica Acronis nelle proprie soluzioni.
  • Acronis Cyber Infrastructure, un’infrastruttura iperconvergente conveniente, intuitiva e affidabile, ottimizzata per l’implementazione della protezione informatica.

L’adozione del cloud è un ambito che in Medio Oriente richiama una speciale attenzione. Nidal Othman, Co-Founder and Managing Director of StarLink, sostiene che l’Acronis #CyberFit Summit giunge al momento opportuno per coloro che cercano modalità sicure per l’adozione delle tecnologie cloud: «Il numero di fornitori cloud che entrano nel redditizio mercato del Medio Oriente e del Nord Africa (MENA) aumenta ogni giorno. Il comparto ha un valore stimato di 2,2 miliardi di dollari e una previsione di crescita media annuale del 24%; vanno inoltre ricordate le importanti risorse investite dalla federazione degli Emirati Arabi Uniti nelle tecnologie cloud, mirate a concretizzare i loro progetti di città smart».

Le soluzioni Acronis integrano i cinque vettori della protezione digitale: salvaguardia, accessibilità, privacy, autenticità e sicurezza (SAPAS).

Per Serguei Beloussov, fondatore e CEO di Acronis: «Il backup tradizionale non funziona più, perché oggi non basta coprire un’unica esigenza di protezione aziendale tra le tante imprescindibili. Le nostre soluzioni vengono migliorate costantemente; oggi forniscono una protezione informatica a 360°, garantendo ai dati assoluta sicurezza ma anche accessibilità e autenticità. Le aziende che scelgono le nostre soluzioni devono avere la certezza che i dati non siano stati manipolati o falsificati in alcuno modo. Lavoriamo affinché possano fidarsi dei propri dati in qualsiasi momento».