OVHcloud ha annunciato l’adesione a Point de Contact, organizzazione nata nel 1998 su iniziativa dei principali provider Internet dell’epoca con l’obiettivo di monitorare e sviluppare linee guida per rendere il web un luogo più sicuro e fruibile anche per le nuove generazioni

In occasione dell’International Cybersecurity Forum (FIC), OVHcloud ha annunciato l’adesione a Point de Contact, organizzazione nata nel 1998 su iniziativa dei principali provider Internet dell’epoca con l’obiettivo di monitorare e sviluppare linee guida per rendere il web un luogo più sicuro e fruibile anche per le nuove generazioni.

Questo annuncio rappresenta un segnale molto importante per OVHcloud, che conferma quanto la società ponga la responsabilità sociale al centro dei propri valori etici. Oggi l’azienda sta rafforzando il proprio impegno nella lotta contro i contenuti illegali e, grazie all’esperienza di Point de Contact, potrà sviluppare ulteriormente un ambiente e un ecosistema più sicuro attraverso una migliore classificazione dei contenuti segnalati.

OVHcloud consolida, così, il suo impegno sociale unendosi a Point de Contact, riconosciuta come partner estremamente sicura e affidabile dalle istituzioni internazionali e da PHAROS, piattaforma per l’analisi, il controllo e la gestione delle segnalazioni di contenuti illegali gestita dal Ministero degli Interni Francese.

“In qualità di leader di servizi cloud abbiamo il dovere di proteggere tutti i nostri clienti e i nostri partner. L’adesione a Point de Contact ci consentirà di gestire al meglio e più rapidamente i flussi di lavoro nella segnalazione di contenuti illegali e al contempo cii assicura una totale integrazione e sinergia con i nostri stakeholder nel garantire un ecosistema online più sicuro”, ha commentato Romain Beeckman, Direttore Etica e Conformità di OVHcloud.