Indagine Barracuda Networks: cloud pubblico e sicurezza

Un’indagine di Barracuda rivela che i timori per la sicurezza rappresentano il principale limite all’adozione del cloud pubblico

 Barracuda Networks, fornitore di soluzioni di sicurezza cloud enabled, ha annunciato i principali risultati dell’indagine ‘Future Shock: The Cloud Is the New Network’ (disponibile qui).

Commissionata da Barracuda, l’indagine ha intervistato i decisori IT in tutto il mondo per raccogliere le esperienze e gli approcci allo spostamento delle infrastrutture sul cloud pubblico, oltre alle preoccupazioni che ne limitano l’adozione, e le soluzioni di sicurezza e di rete implementate per superarle.

Condotta dalla società indipendente di analisi di mercato Vanson Bourne, l’indagine raccoglie le risposte di 750 executive e team manager, responsabili o esperti dell’infrastruttura cloud della propria organizzazione, provenienti da aziende di ogni dimensione e di vari settori, nelle regioni EMEA, APAC e negli USA.

Complessivamente, lo studio indica che, mentre i tassi di adozione del cloud pubblico sono in continuo aumento, la sicurezza rappresenta ancora l’ostacolo numero uno, un dato comprensibile considerato il volume e la molteplicità delle minacce che le organizzazioni devono affrontare oggi.

Di seguito i principali risultati:

Le organizzazioni stanno spostando le proprie infrastrutture nel cloud pubblico.

In media, il 45% delle infrastrutture IT delle aziende risiede sul cloud pubblico.
Gli intervistati stimano che entro i prossimi cinque anni il 76% delle loro infrastrutture IT sarà sul cloud pubblico.

La sicurezza è l’ostacolo principale all’adozione del cloud pubblico.

Il 70% degli intervistati afferma che le preoccupazioni per la sicurezza rappresentano un limite all’adozione del public cloud
Tra le principali preoccupazioni compaiono l’impatto degli attacchi e la sicurezza delle applicazioni implementate su questo tipo di cloud.
Il 75% degli intervistati è già stato vittima di cyberattacchi.

Le preoccupazioni circa l’intergrazione e la rete sono il secondo ostacolo all’adozione del cloud pubblico.

Tra queste preoccupazioni rientrano l’integrazione del public cloud con tecnologie proprietarie, una migliore integrazione con il cloud privato e una maggiore integrazione con le infrastrutture on-premise.

Le reti SD-WAN completamente integrate nel cloud pubblico rappresentano la soluzione prescelta.

Il 23% degli intervistati ha già implementato una SD-WAN, mentre il 51% è in procinto di implementarla o prevede di farlo nei prossimi 12 mesi.
Le SD-WAN sono utilizzate da oltre la metà delle persone che hanno aggiunto funzioni di sicurezza al proprio cloud pubblico.

Dato lo spostamento sempre più massiccio delle infrastrutture IT verso il cloud, i cloud provider aumenteranno le capacità delle reti native e il cloud pubblico si espanderà per incorporare più funzionalità di rete. La maggior parte delle organizzazioni necessita di funzionalità di connettività e sicurezza avanzate e integrate con le maggiori piattaforme cloud.