Equinix ha annunciato l’espansione nell’area di Washington, D.C. e un investimento iniziale di 55 milioni di dollari a Osaka, Giappone

Equinix, azienda globale di infrastrutture digitali, annuncia due importanti investimenti.
Il primo riguarda la sua espansione nell’area di Washington, D.C. con l’apertura del suo sedicesimo data center International Business Exchange (IBX), denominato DC21.

La seconda un investimento iniziale di 55 milioni di dollari per la costruzione del suo terzo data center International Business Exchange (IBX) a Osaka, Giappone, denominato OS3.

In base a quanto dichiarato ufficialmente, con l’aggiunta del nuovo data center Equinix americano ha investito più di 200 milioni di dollari nell’area di Washington, D.C. nel 2020, una delle regioni più altamente interconnesse che sostengono l’economia digitale globale.

I più recenti data center di quest’area fanno parte del campus messo a punto da Equinix ad Ashburn, VA, sede del più grande internet peering point del Nord America, nonché importante gateway statunitense verso l’Europa.
Non a caso, l’area di Washington, D.C. rappresenta uno dei quattro mercati che comprende Equinix Metal, il nuovo servizio bare metal completamente automatizzato e interconnesso lanciato da Equinix lo scorso ottobre.

Infine, l’espansione del Campus di Asburn comprende anche un Co- Innovation Facility (CIF) dove i principali fornitori di tecnologia potranno testare e far evolvere i propri prodotti in collaborazione con Equinix.

Sia l’espansione negli USA che in territorio giapponese permetteranno alle nuove strutture di rafforzare la posizione di Equinix come fornitore leader di infrastrutture e servizi digitali, offrendo alle aziende maggiori opportunità di sfruttare una piattaforma affidabile per riunire e interconnettere le infrastrutture fondamentali che alimentano il loro successo.