I Millennial in azienda: cosa cambia per i dipartimenti It?

La nuova generazione dei ragazzi tra i 18 e i 34 anni sta cambiando la tecnologia e la sua fruizione anche sul luogo di lavoro

A cura di Benjamin Jolivet Country manager Citrix Italia, South Eastern Europe e Israele

Nati nell’era dei computer e cresciuti insieme a Internet, i Millennial (le persone che appartengono a un’età compresa tra i 18 e i 34 anni) rappresentano la fascia demografica più esperta in tecnologia e senza dubbio la più esigente da questo punto di vista. In passato, i dipartimenti IT più evoluti avrebbero considerato questa generazione estremamente interessante per loro, e cercato di accaparrarsi i talenti migliori, fin da subito dopo il college.

Oggi, la generazione dei Millennial rappresenta buona parte della classe manageriale ed ha un’influenza sempre maggiore nel guidare le strategie IT. I Millennial sono infatti partner di importanti realtà, sono medici che non hanno mai usato schede cartacee, sono professionisti sempre in viaggio e, ora più che mai è importante tenere in considerazione le loro esigenze quando il dipartimento IT di un’azienda prende delle decisioni per l’azienda stessa.

Le strategie IT da prendere in considerazione per andare incontro alle esigenze dei Millennial includono:

– BYOD (Bring You Own Device). Un fenomeno originariamente rilevato da Citrix è oggi parte integrante di ciò che byodun’organizzazione IT deve offrire ai propri dipendenti. Non provate nemmeno a pensare che un Millennial al lavoro possa accontentarsi di un laptop blindato o di uno smartphone su cui non può installare le app che gli interessano. Queste persone vogliono essere libere di usare le app di cui hanno bisogno, sia a livello professionale che personale.

Ora, permettere ai dipendenti di utilizzare le proprie app non significa però concedere tutto né tantomeno rinunciare a qualsiasi forma di controllo. Si tratta piuttosto di distribuire desktop virtuali (come XenDesktop) che offrano un accesso in tutta sicurezza ai laptop e ai tablet personali. Per quanto riguarda gli smartphone, invece, soluzioni di Mobile Application Management come XenMobile sono state pensate per gestire solo le app e i dati aziendali sugli smartphone personali. In questo modo, se un dispositivo va perso o se un dipendente lascia l’azienda, solo i dati aziendali saranno cancellati, senza che nulla accada a quelli personali.

– Lavorare in qualsiasi luogo. I Millennial vogliono la possibilità di lavorare ovunque si trovino: dal bar, da casa, mentre sono in viaggio o da qualsiasi altro luogo, senza essere legati a orari rigidi e prestabiliti. Offrire orari di lavoro flessibili aiuterà i vostri dipendenti ad acquisire il worklife balance che desiderano e, allo stesso tempo, a essere sicuri che il lavoro che vi aspettate debba essere fatto sia effettivamente fatto. Anche in questo caso, è fondamentale offrire i tool migliori sul mercato, affinché i dati e le app necessarie siano disponibili senza rischiare importanti perdite di dati.

– Esperienza Utente. Accontentarsi di quel che passa il convento non è un’opzione accettabile per i Millennial. Essi hanno infatti una soglia di tolleranza molto bassa nei confronti di esperienze utenti di modesta qualità e questo aspetto non deve essere trascurato da nessun dipartimento IT che voglia rendere la propria azienda attraente per questa categoria di persone.

shadow-itSe l’IT si limita a fornire app e servizi che rispettano i requisiti di sicurezza ma ignorano l’esperienza utente è possibile che i Millennial cerchino di bypassare le misure di sicurezza imposte, senza curarsi della policy. Questa tendenza è nota anche come “Shadow IT” – un classico esempio è l’utilizzo da parte dei dipendenti del dropbox personale per salvare e condividere i documenti aziendali.

In alternativa, un servizio come Citrix Sharefile può offrire ai dipendenti la funzionalità e l’esperienza utente che desiderano, permettendo all’IT di mantenere il controllo di cui ha bisogno per garantire la proprietà intellettuale dell’azienda.

– Il Workplace del futuro. Un classico ufficio con una serie ininterrotta di cubicoli non è un ambiente stimolante per i Millennial (o per chiunque altro). Le migliori aziende stanno costruendo nuovi luoghi di lavoro digitali che comprendono molti spazi di collaborazione e che mostrano una loro personalità, utilizzando beacon e IoT per rendere gli uffici più smart e produttivi.

Permettere ai dipendenti di lavorare da ovunque, senza postazioni rigidamente assegnate si traduce in un significativo risparmio in spese immobiliari per molte organizzazioni e, se puntare su uffici più piccoli può sembrare in prima battuta un passo indietro, è anche vero che un ufficio dotato di tutte le funzionalità e studiato per essere gradevole può migliorare l’esperienza di venire al lavoro ed essere un modo per trattenere i talenti.

I Millennial non sono più ragazzini attaccati ai loro iphone e impegnati a farsi selfie. Sono il futuro della nostra economia, il futuro dei nostri luoghi di lavoro e niente affatto un fenomeno di passaggio.