Il Gruppo SEA, che gestisce e sviluppa gli aeroporti milanesi di Malpensa e Linate, ha scelto Lexmark come partner unico per le soluzioni di stampa e print managament. L’operazione si è inserita all’interno di un progetto di rinnovo tecnologico che il Gruppo SEA ha portato avanti in relazione all’area di stampa e che vedeva principalmente due criticità: da un lato la collocazione geografica in due siti differenti e allo stesso tempo complessi e dall’altra l’urgenza di garantire un servizio senza interruzioni.

La fornitura ha riguardato circa 500 macchine, a coprire tutta l’area passeggeri, cargo ed il back office, tra printer e dispositivi multifunzione, a colori e bianco/nero.

Fondamentale anche il fattore tempo: l’intero parco macchine doveva essere installato e funzionate nel giro di tre mesi, a garanzia della continuità di servizio di aree business-critical per il Gruppo, quali le biglietterie e i servizi sottobordo – la cosiddetta Area Pegaso.

Importantissimo è stato poi il concetto di armonizzazione, omogeneità e semplicità, attraverso l’adozione un’interfaccia unica, intuitiva e personalizzata che facilitasse l’utilizzo dei dispositivi di stampa da parte degli utenti.

Grazie al monitoraggio completo di tutto il parco stampanti attraverso una piattaforma di controllo condivisa messa a disposizione da Lexmark, il Gruppo Sea è in grado di visionare in maniera centralizzata e automatica i dati raccolti. “A livello amministrativo, questo ci avvantaggia totalmente, poiché consente di sapere in tempo reale quanto si sta stampando e gli effettivi costi, anche su ogni singolo dispositivo, e di attribuire di conseguenza policy specifiche su ogni singolo utente o macchina” precisa il Direttore ICT Fabio Degli Esposti.

Questi strumenti di monitoraggio consentono di identificare efficacemente eventuali sovraccarichi e le aree operative più sollecitate, in modo da garantire la possibilità di intervenire in maniera dinamica e mirata su specifici dispositivi sovradimensionati e sovrautilizzati, a seconda delle esigenze reali in quel determinato momento e settore.

Inoltre, con un volume di circa 11 milioni di stampe prodotte all’anno, tra gli obiettivi di Sea vi era anche una generale riduzione dei costi legati alla stampa. Obiettivo che si può definire raggiunto: in primo luogo, la generale riorganizzazione del parco stampanti, ha portato Sea a rivedere i propri processi incrementandone efficacia ed efficienza a fronte di un numero minore di dispositivi; in secondo luogo, sono stati abbattuti significativamente i costi legati ai consumabili, grazie all’acquisto preventivo dei toner da parte di Sea.

Grazie alla visibilità completa ed in tempo reale dell’intera struttura, è possibile per il team di gestione intervenire in ogni momento per variare le policy abbinate alle singole persone o agli interi reparti. Allo stesso tempo, è sempre possibile far ruotare le macchine in modo da poter rispondere sempre in modo tempestivo ed efficace ad eventuali variazioni dei processi di business.