Israele punta a cooperare con l’Italia anche in ambito cyber security. Lo ha dichiarato in occasione di Cybertech Europe Ofer Sachs, l’ambasciatore d’Israele in Italia, sottolineando come già al momento le due nazioni stiano collaborando, ma all’interno di un quadro ancora immaturo.

Israele è uno dei Paesi più all’avanguardia in ambito di sicurezza cibernetica, tanto che rientra nella top five player a livello mondiale, occupandosi da più di dieci anni della materia investendo risorse importanti. Numerosi anche gli investimenti sui giovani, che appena diciottenni vengono arruolati nella Israeli Defence Forces (IDF), dove restano per tre anni per poi tornare nel mondo civile e mettere a disposizione la loro conoscenza alle aziende.

Decisiva, per decretare il successo di Israele a polo all’avanguardia per la cyber security, anche la scelta da parte del governo di far diventare Beersheva la capitale mondiale in ambito cibernetico, che a detta di Sachs sta crescendo di giorno in giorno.