Lenovo abbraccia l’Open Source

Presentata una nuova versione di Open Platform e inaugurato un innovativo Cloud Technology Center

In occasione del Red Hat Summit 2017 Lenovo ha annunciato una nuova versione della propria piattaforma open source Open Platform @ Lenovo (OP@L) e l’inaugurazione di un centro avanzato dedicato alla tecnologia cloud, estendendo il proprio impegno nei confronti delle comunità open source e dello sviluppo di soluzioni focalizzate sul settore Telco.

Il Cloud Technology Center, un centro avanzato situato in North Carolina, è dedicato allo sviluppo di soluzioni di punta nelle aree della gestione dei cloud ibridi, delle proposte OpenStack e del software-defined storage (SDS).

La nuova versione dell’infrastruttura per NFV (Network Function Virtualization) OP@L è basata su OCP e sullo stack software Red Hat. La Network Function Virtualization è un’architettura emergente che virtualizza i servizi di rete attualmente implementati per mezzo di hardware proprietario dedicato. Facendo leva su OP@L, Lenovo intende far evolvere architetture NFV aperte che possano essere customizzate e protette per risolvere le particolari esigenze dei moderni service provider. Questa architettura emergente è progettata per ridurre la latenza e i costi necessari ad attivare e gestire servizi di rete 5G e migliorare il throughput dei workload telco/NFV.

Facendo leva su queste iniziative d’avanguardia, Lenovo si impegna a proseguire lo sviluppo di potenti soluzioni integrate destinate a costituire la base di contenuti multimediali mobili, reti 5G e workload IoT (Internet of Things). Lenovo ha inoltre confermato il proprio impegno ad aiutare i clienti operanti in questo settore a creare data center di nuova generazione mediante tecnologie open source, allo scopo di affrontare la crescente richiesta di architetture agili, flessibili ed economicamente convenienti.

“Lavorando nel quadro della community open source, Lenovo sta investendo massicciamente nell’abilitazione di prodotto, nelle architetture di sistema e nella ricerca e sviluppo per creare soluzioni basate su standard aperti – commenta Brian Connors, VP, Next Generation IT & Business Development Lenovo –. Insieme a Red Hat stiamo aiutando a ridurre complessità e costi aprendo la porta a livelli di flessibilità e valore ancora più alti. Insieme aiuteremo ad accelerare lo sviluppo che circonda le piattaforme NFV per i service provider, nostri comuni clienti”.