L’intelligenza artificiale rivoluziona le HR

2505

EcosAgile lancia eExpanse, un’applicazione per la gestione delle note spese che si basa sulle nuove tecnologie disruptive

Applicando algoritmi di apprendimento e di intelligenza artificiale all’e-commerce, al settore bancario, alla salute e alla cura delle persone, ma anche a molti altri contesti, oggi è possibile ottenere risultati veramente sorprendenti per migliorare le prestazioni aziendali e la qualità della vita. Questo tipo di tecnologia, infatti, consente di velocizzare l’analisi dei big data aziendali, riuscendo allo stesso tempo ad acquisire e produrre informazioni non evidenti in partenza.

Non userei l’intelligenza artificiale per automatizzare il lavoro in sé, ma per fare qualcosa di meglio – commenta in una ricerca Mike Fitzmaurice, evangelista” del settore IT -. L’intelligenza artificiale è particolarmente utile in compiti pesanti e ripetibili. Qualsiasi tipo di compito ripetitivo, anche se sembra creativo, se è basato su pattern, potrebbe essere svolto dall’AI”.

Partendo da queste premesse è possibile comprendere meglio il cambiamento che stiamo vivendo e soprattutto perché le parole del momento siano intelligenza artificiale (IA), machine learning e deep learning. L’IA è un settore in continua evoluzione, e anche in Italia negli ultimi anni si sta facendo strada: il 56% delle grandi imprese italiane ha avviato progetti di intelligenza artificiale, contro un 70% in Francia e Germania.

L’espressione “intelligenza artificiale” – dall’inglese Artificial Intelligence (AI) – è stata coniata per la prima volta nella seconda metà degli anni ’50 e si riferisce a tutte quelle macchine in grado di eseguire compiti caratteristici dell’intelligenza umana: pianificazione, comprensione del linguaggio, riconoscimento di oggetti e suoni, apprendimento e risoluzione dei problemi. Il machine learning (apprendimento automatico), invece, consente ai computer di imparare a fare qualcosa. Infine, il deep learning (apprendimento profondo) si ispira alla struttura della mente e riguarda l’emulazione dei meccanismi di apprendimento degli esseri umani.

“Il nostro obiettivo in EcosAgile è realizzare soluzioni per la gestione del personale che possano rendere semplice e immediata la gestione per l’azienda, e soprattutto aggiungere valore ai processi e ai dati disponibili – spiega Livio Pomi, CEO -. Per questo siamo tra i precursori nell’esplorare le possibilità di utilizzo del machine learning nel settore risorse umane creando un’area di eccellenza in Italia”.

L’AI al servizio delle HR: EcosAgile

Si stima che nei prossimi anni continuerà ad aumentare la quantità di dati a disposizione delle aziende per supportare e migliorare i propri processi. Un’opportunità che coinvolge anche il mondo delle HR, dove l’uso dell’intelligenza artificiale consentirà di snellire e automatizzare molti processi, ma anche di rivederli in modo completamente nuovo, consentendo ai responsabili HR di concentrarsi su strategie e pianificazione, ai dipendenti di dedicarsi ad attività più stimolanti e gratificanti e alle aziende di generare nuovo valore.App_eExpense_EcosAgile

In questo scenario si inseriscono le proposte di EcosAgile, una delle prime realtà focalizzata nell’adozione dell’AI e di algoritmi cognitivi in ambito HR. Fiore all’occhiello della sua proposta è l’App eExpense, che permette in qualsiasi momento di inserire automaticamente le voci di spesa e caricare l’immagine dei documenti giustificativi. In pochi passaggi e senza fatica, si può dunque gestire facilmente le note spese con notevole risparmio di tempo e di risorse, e riducendo il margine di errore.

Come funziona eExpense, l’app per le note spese

Smart scan: lettura intelligente dello scontrino; scattata la foto, l’App la legge riducendo al minimo, anche in un secondo momento, le informazioni da inserire per la consegna.

Note spese: possibilità di personalizzazione, di definizione delle voci di spesa e di costo, di controllo rispetto a policy aziendali configurabili e complesse, spese auto propria e aziendale, auto in pool, fasce di costo ecc.

Ricevute: tramite l’App si allegano i documenti giustificativi delle spese semplicemente fotografandoli e con un upload dell’immagine; usabilità molto curata, disegno intuitivo e semplice.

Approvazione: workflow approvativo con possibilità di riscontro da parte dei responsabili direttamente dall’App.

Trasferte, prenotazioni e anticipi: richieste di trasferta integrata alla prenotazione del mezzo di trasporto e del pernottamento; gestione richieste di anticipi; privacy garantita e nessuna forma promozionale di servizi di terze parti.

Controllo scontrini: controllo automatico della qualità degli scontrini, della completezza, della leggibilità e della corretta registrazione.

Aperta: fornisce i dati ai sistemi amministrativi dell’azienda, con estrazione facilmente configurabile o tramite integrazioni API / Web Services real-time.

Invio dati: estrattore configurabile per l’invio dei dati alle paghe e all’Amministrazione e Controllo di gestione.

Expense Sync: sincronizzazione con back-end in base alla disponibilità e qualità del segnale, registrazioni nota spese offline, controllo di integrità della trasmissione.

I vantaggi

• Alti standard di sicurezza, tra cui 4 diversi algoritmi proprietari di controllo anti-manipolazione.

• Gestisce le policy aziendali di soglia e l'associazione vincolante o meno delle trasferte.

• Gestisce la conversione cambio su tutte le valute del mondo, con gestione dei tassi di cambio automatica.

• Gestisce le foto anche con ridotto segnale della rete senza compromettere le performance e la navigazione.

• Gestisce l'attribuzione delle spese a commesse o progetti in coerenza alle allocazioni delle persone.

• Associa le spese al piano dei conti, fornendo i flussi integrati verso il sistema amministrativo e paghe dell'azienda.

• Implementa algoritmi di machine learning e OCR per la compilazione veloce delle spese.

• Offre ai responsabili un reporting analitico e di sintesi, completo di dashboard con drill down interattivo.