Da Cloudera e Hortonworks il primo cloud dati per l’enterprise

La fusione annunciata darà vita a una piattaforma dati di nuova generazione che include ambienti multi-cloud, on-premise ed Edge

Cloudera e Hortonworks hanno unito le forze per offrire al mercato una piattaforma dati di nuova generazione che include ambienti multi-cloud, on-premise ed Edge.

La stipula di un accordo definitivo approvato all’unanimità dai Consigli di Amministrazione di entrambe le aziende, vedrà le due realtà combinarsi con una fusione integralmente azionaria tra entità paritarie. Da questa transazione, nascerà un nuovo standard di settore per il data management in cloud ibridi capace di combinare gli investimenti di Hortonworks nella gestione dei dati end-to-end con quelli di Cloudera in data warehousing e machine learning.

Secondo i termini dell’accordo, gli azionisti di Cloudera controlleranno circa il 60% del capitale della società combinata, mentre quelli di Hortonworks circa il 40%. Gli azionisti di Hortonworks riceveranno 1,305 azioni ordinarie di Cloudera per ogni azione di Hortonworks in portafoglio, sulla base del rapporto di cambio medio a 10 giorni dei due titoli al 1 ottobre 2018. Le due aziende hanno una capitalizzazione diluita combinata di 5,2 miliardi di dollari in base ai prezzi di chiusura del 2 ottobre 2018.

A conferma che da questa transazione nascerà una società leader nelle piattaforme di gestione dati di prossima generazione, Rob Bearden, CEO di Hortonworks, ha sottolineato in una nota ufficiale come: «Questa fusione strategica creerà valore aggiunto per i rispettivi azionisti e consentirà a clienti, partner e dipendenti, oltre che all’intera comunità open source, di trarre vantaggio da offerte migliori, di accedere a una gamma di soluzioni più ampia e di ridurre notevolmente i costi. Insieme possiamo continuare a crescere e competere nei settori dello streaming, dell’IoT, del data management, del data warehousing, del machine learning/AI e dei cloud ibridi. Soprattutto, saremo in grado di fornire una gamma più ampia di offerte che consentiranno alle aziende di sfruttare al massimo il valore dei dati».

Sarà così possibile accelerare lo sviluppo del mercato e alimentare l’innovazione nei settori IoT, streaming, data warehouse, cloud ibridi e machine learning/AI e, al contempo, migliorare le partnership con i fornitori di cloud pubblico e i system integrator.

Tutto questo al termine di una transazione che, oltre a essere soggetta all’approvazione degli azionisti di Cloudera e Hortonworks, attende il via libera dell’antitrust USA e di altre condizioni di chiusura abituali.

Ciò detto, le due aziende prevedono di completare la transazione nel primo trimestre dell’anno solare 2019.