HPE fa l’elaborazione real-time sull’edge delle TLC

Da Hewlett Packard Enterprise una piattaforma che rende possibili servizi di telecomunicazione a traffico intensivo di dati e a bassa latenza

Si chiama HPE Edgeline EL8000 Converged Edge System e rende possibili servizi di telecomunicazione a traffico intensivo di dati e a bassa latenza basati su standard aperti con gestione remota avanzata la nuova piattaforma annunciata da Hewlett Packard Enterprise, che verrà resa disponibile a giugno 2019.

Pensato per aiutare i Communication Service Provider (CSP) a capitalizzare servizi a traffico intensivo di dati e bassa latenza destinati al media delivery, alla connected mobility e alle smart city, il nuovo sistema consente di elaborare enormi quantità di dati in tempo reale dove i dati vengono prodotti.

Una nuova capacità di gestire dati in crescita
Non a caso, secondo IDC, entro il 2025 vi saranno in tutto il mondo oltre 150 miliardi di dispositivi connessi, la maggior parte dei quali impegnati a creare dati in tempo reale. Di conseguenza, si calcola che i dati real-time rappresenteranno quasi il 30% della datasfera globale entro il 2025. Quantificata in 33 zettabyte nel 2018, IDC stima che per il 2025 la datasfera globale sia destinata a raggiungere i 175 zettabyte.

Per erogare nuovi servizi capaci di attingere a questa enorme crescita di dati in tempo reale, i CSP devono trasformare l’ambito edge delle loro reti di telecomunicazione in direzione di architetture software-defined e sistemi IT standard come vRAN (virtual Radio Access Network) e vCMTS (virtual Cable Modem Termination System).

Basata su standard, la soluzione HPE Edgeline EL8000 Converged Edge System è stata dunque sviluppata per sostituire, a costi contenuti, i sistemi edge proprietari attualmente utilizzati dai CSP aggiungendo ulteriori livelli di prestazioni e versatilità per i servizi digitali real-time a traffico intensivo di dati. Inoltre, il particolare design di HPE Edgeline EL8000 Converged Edge System garantisce alte prestazioni e latenza ultrabassa nelle casistiche di utilizzo più impegnative come media streaming, IoT, intelligenza artificiale e video analytics, proponendosi con un form factor compatto e robusto completo di funzionalità per la gestione remota e ottimizzato per gli interventi di assistenza nei contesti edge.

Verso le sfide dell’edge delle reti di telecomunicazione
La massiccia crescita dei volumi di dati impone ai CSP il deployment di sistemi edge ad alte prestazioni all’interno delle loro celle, spesso situate in installazioni remote e in condizioni difficili. Una tale infrastruttura, inoltre, deve supportare numerosi workload e requisiti di Quality-of-Service per i quali vengono utilizzate apposite porzioni della rete. Per soddisfare queste sfide la soluzione HPE Edgeline EL8000 Converged Edge System mette a disposizione:

Design compatto e rinforzato ottimizzato per celle in condizioni ambientali ostili – Andando oltre i requisiti degli standard NEBS e ASHRAE Class 3 e 4, il sistema resiste a fattori ambientali pericolosi come fuoco, urti e vibrazioni prevedendo anche il failover e supportando il funzionamento ininterrotto a temperature comprese tra 0 e 55 gradi centigradi. Il sistema può essere montato su rack o installato indipendentemente in qualsiasi spazio disponibile e funziona sia con sistemi di raffreddamento di front-to-back sia back-to-front.

Design di sistema ad alte prestazioni e bassa latenza per applicazioni edge a traffico intensivo di dati – Il design single-socket equipaggiato con processori Intel Xeon Scalable di fascia alta riduce la latenza e i consumi di energia. I componenti di sistema possono essere combinati, scalati e sostituiti a caldo per seguire i cambiamenti delle necessità supportando, tra l’altro, GPU NVIDIA Tesla, FPGA Intel e Xilinx, NIC Intel o Mellanox, fino a 1,5TB di memoria e 16TB di capacità storage.

Opzioni blade e chassis modulari per la flessibilità di utilizzo – Con una varietà di opzioni di larghezza a profondità per blade e chassis, il sistema può essere configurato e scalato flessibilmente per soddisfare i requisiti di nuove o mutate casistiche di utilizzo. Il design flessibile permette ai CSP di estendere i deployment delle microcelle e delle celle di piccole dimensioni affinché la copertura cellulare possa tenere il passo con il crescente numero di dispositivi connessi.

Gestione remota di sistema e provisioning con un solo click per assicurare la continua disponibilità e le prestazioni nelle celle remote – La comprovata tecnologia HPE iLO 5 e il nuovo software per la gestione degli chassis consentono di effettuare da remoto il provisioning, il monitoraggio dello stato di salute del sistema, gli aggiornamenti e la gestione delle unità HPE Edgeline EL8000 Converged Edge System su migliaia di celle, dalle torri alle piattaforme petrolifere, senza bisogno di disporre di competenze IT on-site.

Insieme per promuovere la trasformazione all’edge di rete
Infine, HPE ha annunciato nuove collaborazioni con Samsung e Tech Mahindra per accelerare l’adozione del 5G da parte dei CSP e per fare leva sulla soluzione HPE Edgeline EL8000 Converged Edge System per implementare applicazioni 5G virtuali edge-centric di nuova generazione.

In tal senso, la soluzione HPE Edgeline EL8000 Converged Edge System giocherà un ruolo chiave nella sfida raccolta da Samsung per fare evolvere le reti dei propri clienti con vRAN 5G che richiedono tempi di latenza estremamente bassi.