Disponibile la nuova versione della piattaforma Red Hat Virtualization

Red Hat Virtualization 4.3 permette di avere workload virtuali performanti, altamente disponibili e scalabili in modo più semplice

E’ disponibile Red Hat Virtualization 4.3, la nuova versione della piattaforma di virtualizzazione KVM (Kernel-based Virtual Machine) del fornitore di soluzioni open source.

Che cos’è la piattaforma

Red Hat Virtualization è una piattaforma open e software-defined per la virtualizzazione di workload Linux e Microsoft Windows. Flessibile, scalabile e sicura, oltre che production-ready, combina automazione e servizi per semplificare le operazioni IT. Frutto di un’innovazione realmente aperta e integrata con altre tecnologie open source, Red Hat Virtualization consente di virtualizzare più facilmente i workload tradizionali, creando la base per supportare quelli futuri in ambienti cloud-native e basati su container. Dopo aver implementato Red Hat Virtualization, molte aziende hanno beneficiato di un minore TCO (total cost of ownership). La nuova versione della piattaforma è pensata per offrire maggiore sicurezza e interoperabilità con un’integrazione più importante negli ambienti IT aziendali.

Tra le nuove funzionalità:

● Software-Defined Networking (SDN) esteso: grazie al supporto della nuova Red Hat OpenStack Platform (versioni 12, 13 e 14), Red Hat Virtualization 4.3 offre flessibilità e scelta del cliente maggiori per quel che riguarda le soluzioni SDN, fornendo uno stack tecnologico aperto che può integrarsi facilmente con le tecnologie esistenti per soddisfare specifiche esigenze di business.

● Potente automazione con Red Hat Ansible Automation: configurazione, implementazione e validazione automatizzate end-to-end sono rese possibili grazie a Red Hat Ansible Automation. I nuovi ruoli includono l’implementazione di Red Hat Virtualization Manager tramite Ansible, oltre alla creazione e gestione di risorse fisiche e logiche quali host, cluster e data center.

● Supporto per IBM POWER9: la nuova architettura POWER di IBM assicura eccellenti prestazioni per i workload relativi a big data e database che richiedono un elevato utilizzo di risorse. Red Hat Virtualization supporta macchine virtuali IBM POWER8 o POWER9 in ambienti data center.

● Supporto per sistemi operativi moderni: grazie al supporto guest della versione beta di Red Hat Enterprise Linux 8 su Red Hat Virtualization, ora è possibile eseguire workload di produzione sui sistemi operativi Linux leader di settore in ambiente virtuale con supporto pianificato per Red Hat Enterprise Linux 8 al suo rilascio.

Disponibilità

Red Hat Virtualization 4.3 sarà disponibile in modalità standalone, integrata con Red Hat Enterprise Linux, e come componente di Red Hat Cloud Suite o Red Hat Virtualization