La Polizia della Scozia ha scelto Pronto di Motorola Solutions

Con un accordo triennale la polizia scozzese fornirà la tecnologia software mobile di ultima generazione a 10.000 agenti in tutto il paese

Motorola Solutions ha siglato un contratto di tre anni per la fornitura di Pronto, la sua applicazione software per la digitalizzazione delle forze di polizia, a 10.000 agenti sul territorio scozzese. Il contratto fa parte di un accordo più ampio tra la Polizia della Scozia e la società EE, un’azienda del Gruppo BT, per la fornitura della sua National Mobile Working Solution.

Cos’è Pronto

Pronto è stato inizialmente sviluppato nei primi anni 2000 in collaborazione con gli agenti di polizia, la Procura di Sua Maestà e il Servizio del Procuratore Fiscale, all’interno di un progetto condotto con l’Università di Glasgow.

L’ultima versione di Pronto, che è diventata una delle principali applicazioni per la digitalizzazione della polizia, viene attualmente impiegata da 20 forze di polizia e oltre 40.000 agenti in Inghilterra, nel Galles e nelle Isole del Canale. Una versione precedente è attualmente in uso in alcune zone centrali della Scozia.

L’applicazione Pronto sostituirà i tradizionali taccuini di carta e altri documenti attualmente utilizzati dagli agenti di polizia. Gli agenti saranno in grado di compilare i rapporti direttamente sul proprio dispositivo mobile per eventi come crimini, incidenti stradali e contravvenzioni; possono inoltre registrare dichiarazioni di testimoni e inviare automaticamente il tutto senza necessità di far ritorno alla centrale.

Saranno in grado di registrare dati e immagini, nel rispetto dei requisiti di giustizia penale, con la compilazione automatica di informazioni nei relativi campi in diverse applicazioni e moduli per evitare duplicazioni.

Gli agenti saranno anche in grado di accedere direttamente alle banche dati locali e nazionali della polizia come il sistema Coomand & Control, lo Scottish Criminal History System e la Banca Nazionale Dati della Polizia. Un accesso migliore e più rapido a queste informazioni consentirà agli agenti di risparmiare tempo prezioso per l’identificazione di sospetti e trasgressori, contribuendo a proteggere meglio i cittadini.

I vantaggi

Complessivamente, Pronto ha permesso alle forze di polizia di risparmiare per ogni turno di ciascun agente tra una e due ore, precedentemente spese in adempimenti amministrativi e spostamenti. Inoltre, Pronto ha consentito notevoli risparmi sui costi e ne sono dimostrazione i circa 7 milioni di sterline risparmiati da un’altra forza di polizia britannica grazie alla modernizzazione della sua operatività.

L’installazione voluta dalla Polizia della Scozia è un passo importante in risposta alle priorità definite nella strategia delle forze di “Polizia 2026 – Servire una Scozia che cambia”, che mira a soddisfare le mutevoli esigenze delle comunità locali e ad abilitare una maggiore visibilità ed efficienza delle forze di polizia. Aiuterà anche a ridurre l’effetto “yo-yo” per il quale gli agenti sono costretti a fare continuamente avanti e indietro tra la prima linea e la stazione di polizia per assolvere le attività amministrative.

“La nostra priorità assoluta è garantire che gli agenti di polizia scozzesi trascorrano il maggior tempo possibile nelle loro comunità locali. Attraverso l’implementazione di Pronto, stiamo riducendo il tempo dedicato dagli agenti alle attività amministrative e alle pratiche burocratiche, aumentando così il tempo che trascorrono nelle comunità – ha dichiarato Malcolm Graham, Assistant Chief Constable della Polizia della Scozia -. Pronto consente ai nostri agenti di accedere a informazioni indispensabili presenti nei sistemi della polizia quando si trovano fuori dalla centrali, migliorandone l’accuratezza e l’efficacia nel momento in cui affrontano incidenti, risolvono i crimini e assistono le vittime”.