Cisco vuole acquisire Sentryo nel segno dell’IoT

La società francese nel mirino è specializzata nel mercato della sicurezza informatica applicata alla protezione delle reti ICS

Cogliere i vantaggi dell’IoT, automatizzare la gestione delle reti, consentire la collaborazione tra i reparti IT e OT e proteggere al meglio i propri dati e asset. È quanto si propone di offrire ai propri clienti Cisco, che ha appena annunciato al mercato l’intenzione di acquisire Sentryo, società francese specializzata nel mercato della sicurezza informatica applicata alla protezione delle reti ICS (Industrial Control Systems).

Il presupposto, non a caso, è che l’Internet of Things permette di ottimizzare l’efficacia operativa e la produzione industriale, fornisce intelligenza ed è fonte di nuovi profitti. Ciascuna azienda ha i propri requisiti IoT e necessità di un’infrastruttura che cresca e si adatti al proprio business. Gran parte dei progetti IoT faticano a decollare perché non sono grado di adeguarsi alla produzione e le aziende sono chiamate a gestire e a proteggere un’infrastruttura in rapida crescita.

Una progettualità ben definita

A gennaio 2019, Cisco ha lanciato la prima architettura di rete integrata che estende le funzionalità del networking intent-based all’IoT edge per fornire flessibilità, sicurezza e scalabilità senza precedenti agli ambienti IoT. Grazie alla tecnologia Sentryo, Cisco è in grado di incrementare la sicurezza con la piena visibilità dei dispositivi in ambienti OT. Grazie a ciò, i Control Systems Engineers hanno la visibilità necessaria per ottimizzare e proteggere le loro reti industriali.

L’acquisizione dovrebbe concludersi prima della fine del primo trimestre dell’anno fiscale 2020 (26 ottobre 2019) di Cisco ed è soggetta alle usuali norme e condizioni di chiusura.