Yes, we…App: uno strumento decisivo per ogni azienda

Il settore delle app aziendali è in grande e tumultuosa crescita. Ecco 5 motivi per cui puntare su di esse

Se il cliente non va dall’azienda, allora è l’azienda che deve andare dal cliente. E se quest’ultimo accede al web in misura sempre maggiore tramite smartphone o tablet, per restare competitivi diventa necessario dare l’opportunità di poter interagire attraverso pochi e semplici scroll dal proprio dispositivo mobile.

pexels-photo-262585

Il settore delle app aziendali è in grande e tumultuosa crescita. Il cambiamento in corso, partito dai mercati più tecnologicamente avanzati, come quello degli Usa da dove arrivano quasi tutte le migliori app del 2018, è ormai sentito in Europa e anche in Italia. Realizzare un’app aziendale non è più un semplice surplus, ma un’esigenza insopprimibile, sia per le grandi realtà di business sia per quelle medio-piccole, che anzi hanno così la possibilità di ampliare la propria visibilità ed efficacia e quindi aumentare fatturato e giro d’affari.

Considerando gli svariati vantaggi, sono quindi sempre di più le aziende che invitano i propri utenti a usare le app per dispositivi mobili. Molte, addirittura, hanno creato delle iniziative ad-hoc per incentivare la migrazione offrendo vantaggi esclusivi, come nel mondo del gaming virtuale.

Puntare sul mobile non significa semplicemente trasferire nel virtuale le stesse dinamiche del mondo reale. Il web e, in particolare, le app aziendali hanno un proprio linguaggio e una propria filosofia. Non saperlo significa investire senza alcun riscontro reale. Capirlo per tempo, invece, consente non solo di raggiungere i target prefissati, ma addirittura di costruire una nuova immagine della propria azienda, sfruttando al massimo le potenzialità dei dispositivi mobili.

Vediamo cinque motivi primari per cui puntare sulle app aziendali:

  1. La prima qualità, evidente a tutti, di un servizio di questo tipo riguarda la capacità degli smartphone e tablet, di offrire servizi con un velocità e un’immediatezza maggiore, anche rispetto ai PC. Il motivo è banale: molte delle app “girano” correttamente anche con connessione debole o assente. Inoltre si possono sfruttare appieno una serie di strumenti, non sempre fruibili in altri ambienti, per esempio scansionare codici a barre o QR code, usare il Gps per la localizzazione, accedere a microfono e videocamera per scambiare audio, foto e video.

    Qr code

  2. La seconda ragione riguarda la strategia di marketing. Avere un’app riconosciuta per la propria capacità di rispondere immediatamente agli input del cliente, rafforza in modo importante lo stesso brand. Aumentando la possibilità di essere “visti” e quindi riconosciuti come partner affidabili all’interno del proprio settore, superando così una concorrenza spesso sempre più aggressiva nei prezzi ma non nei servizi.
  3. Terzo punto da sottolineare è la possibilità di personalizzare all’estremo il proprio servizio, cucendolo addosso a ogni singolo cliente. L’interazione infatti è altissima, grazie alla possibilità d’inviare notifiche in tempo reale e senza limiti, sia tramite il meccanismo “push”, ossia anche se il cliente non ha aperto in quel preciso istante l’app, che quello “in-app”, ossia solo in caso di apertura del servizio.
  4. Quarto buon motivo: ormai l’app rappresenta l’unico vero biglietto da visita per un’azienda soprattutto attraverso ciò che teniamo davvero sempre in tasca, lo smartphone. Inoltre anche se i siti internet sono ancora visitati, per le operazioni frequenti e per quelle le più importanti, si preferisce usare il proprio dito, come l’internet banking ci ha ormai abituato. Questo aumenta la branding experience, il rapporto tra cliente e brand.
  5. Quinta e ultima peculiarità delle app per le aziende: questo tipo di piattaforme consente un’ampia libertà di programmazione e quindi una maggiore creatività, terreno sui cui alcune aziende italiane sono già al top. I siti internet hanno maggiori limiti di natura tecnica e fisica, come i browser utilizzati. Ciò dà l’opportunità di semplificare le attività dei propri collaboratori e offre un nuovo modo di organizzarsi e d’interagire sul lavoro.

Sembra proprio che le app possano bypassare molti problemi, aprendosi con facilità a un ampio ventaglio di soluzioni. Un’app bene impostata può essere il modo migliore per cambiare o svecchiare l’immagine del proprio brand, con la possibilità di modificare l’approccio al lavoro e con il mercato, facendo tesoro dei preziosi feedback degli utenti, per migliorarsi sempre.