La rivoluzione DevOps passa dalla formazione Red Hat

I servizi di formazione offerti da Red Hat aiutano le organizzazioni a innovare la propria cultura
I primi moduli erogati con successo in Italia

La rivoluzione digitale è ormai in atto. L’evoluzione della tecnologia sta mettendo a disposizione delle organizzazioni di ogni settore e dimensione strumenti che consentono di rinnovare profondamente i processi aziendali, con risultati che vanno ben oltre un ambito prettamente tecnologico.

Il cambiamento culturale è al centro della trasformazione digitale e una maggiore collaborazione tra e all’interno dei team rappresenta un elemento chiave per ottenerlo. La metodologia DevOps in questo senso è fondamentale perché consente una reale integrazione in azienda tra i team di sviluppo e quelli operativi, nell’ottica di una evoluzione profonda, che tocca tutti i sistemi di un’organizzazione.

Da sempre, Red Hat ha fatto dell’innovazione la propria bandiera. E oggi conferma questo ruolo con un’offerta avanzata di training, pensata per consentire alle aziende clienti di sfruttare al meglio i processi di trasformazione digitale in atto, ottenendo vantaggi significativi a livello organizzativo, commerciale e tecnologico.

Con il supporto diretto del proprio top management, e all’interno della proposta di Open Innovation Labs, è stato realizzato un modulo di training dedicato a DevOps Culture & Practice Enablement, che è stato offerto per la prima volta dall’organizzazione italiana di Red Hat ai propri clienti.

Rivolto al management e basato su Red Hat OpenShift Container Platform, Red Hat Ansible Engine e Red Hat Enterprise Linux, il corso è nato per promuovere un vero e proprio cambiamento culturale nel modo in cui la metodologia DevOps viene integrata all’interno di un’organizzazione e contribuisce a farla evolvere nel segno dell’innovazione e dell’apertura al futuro.

Con una settimana di formazione in aula, il corso permette ai presenti di affrontare una modalità innovativa di applicazione della tecnologia alla sfera aziendale, con un forte focus sul passaggio di conoscenze e sulla sperimentazione di metodi e processi di lavoro e con l’obiettivo di incrementare l’efficienza dei gruppi di lavoro.

La prima sessione di training ha avuto ottimi riscontri da parte dei partecipanti, in ugual misura clienti finali e partner di Red Hat. Queste alcune delle testimonianze raccolte dai visitatori al termine delle sessioni di formazione:

“Il corso affronta i principi teorici e pratici della metodologia DevOps in maniera chiara, efficace e coinvolgente – dice Giovanni Caria, system engineer di SIA -. I trainer di Red Hat, assicurando un giusto bilanciamento tra sessioni teoriche sull’Agile, sessioni pratiche (Hands-on) sui principali tool e simulazioni di progetto in team, permettono di cogliere l’efficacia e la potenza di questo nuovo modo di concepire la progettazione e realizzazione del software”.

“Il corso è stato estremamente interessante, coinvolgente e anche divertente, fornendo un toolkit di strumenti utili per comprendere correttamente la cultura DevOps al fine di introdurla praticamente nelle attività lavorative”, afferma Mario Nelli, software engineer di Sogei.

“Questo corso è un’esperienza unica dove il mindset specifico della metodologia agile è stato applicato alla didattica permettendoci di apprendere attraverso un metodo collaborativo e partecipativo le sue caratteristiche e quali applicazioni reali – spiega Rosario D’Orso, Senior Solution Architect in SORINT.lab -. Pensiamo che questo rispecchi la sua specificità dove ognuno dei partecipanti è protagonista, insieme al docente”.