SIA rafforza l’offerta di cybersecurity di Indra

Con l’acquisizione, un team di oltre 1.000 esperti per proporre un’offerta congiunta comprensiva di gestione identità e accessi e protezione dati

Indra ha acquisito SIA, società spagnola specializzata in servizi di cybersecurity con un prodotto proprietario e capacità scalabili per la fornitura di servizi e lo sviluppo di soluzioni avanzate di cybersecurity.

La società, che ha una base clienti diversificata e stabile con oltre 10.000 progetti di sicurezza ed è il leader in Spagna nelle soluzioni di identità e firma elettronica, porta con sé una previsione 2019 di margine EBIT del 9% con ricavi stimati superiori a 60 milioni di euro e una crescita delle vendite annue accumulate di oltre il 15% negli ultimi due anni.

Come sottolineato in una nota ufficiale da Cristina Ruiz, direttore generale di Minsait, la società che raggruppa il business dell’Information Technology di Indra: «L’integrazione di SIA e il business cybersecurity di Indra crea un leader altamente specializzato in questo mercato, con un’offerta ampia e integrata e con una presenza transnazionale in grado rispondere alle minacce globali. La nuova entità sarà supportata da oltre 1.000 professionisti altamente qualificati ed esperti in cyber-security, composto da team di consulenza specializzati in diverse aree complementari. Questa leadership e l’ambizione di crescita conferiscono alla somma di Indra e SIA un’elevata capacità di acquisire talenti».

In tal senso, con quest’ultima acquisizione, Indra intende posizionarsi come partner, con un alto livello di specializzazione e autonomia, delle aziende e istituzioni per quanto riguarda la protezione delle infrastrutture critiche dei Paesi, sia private che pubbliche, compresa la sezione della cyber-difesa.

Non a caso, solo in Italia, il settore della cybersecurity, con una crescita del 12,2% e oltre 1 miliardo di euro di volume di business, è tra gli abilitatori che sta trainando la crescita del mercato digitale nel Paese, secondo Anitec-Assiform. L’offerta congiunta, data dalla somma delle attività di cybersecurity di Indra e SIA, si posiziona come una piattaforma in grado di capitalizzare le buone prospettive di questo mercato, inserito in un settore in trasformazione, con un alto livello di domanda, in costante crescita e ancora molto frammentato in Europa.

La nuova entità nata dalla fusione vede Luis Álvarez nel ruolo di amministratore delegato, che seguirà l’integrazione e il piano di crescita nazionale e internazionale dei prossimi anni. Luis Álvarez ha una vasta esperienza nel settore, avendo in passato ricoperto ruoli di prestigio in aziende tecnologiche al servizio di grandi clienti con una forte presenza internazionale.

Per Enrique Palomares, fondatore di SIA: «È una soddisfazione personale e professionale avere realizzato con il nostro team, per 30 anni, un’azienda della reputazione di SIA. Sono molto grato ai nostri clienti e ai nostri professionisti. SIA e Indra condividono la stessa visione del mercato della cybersecurity e hanno la volontà e il talento per creare un leader globale. La combinazione di entrambe le organizzazioni ci pone in una posizione unica sul mercato, che permetterà di soddisfare le esigenze dei nostri clienti e professionisti».

Focus sulle aree di specializzazione

L’offerta congiunta di SIA e Indra è rafforzata dall’elevata complementarità della base clienti e del business, con importanti aree di specializzazione, quali:

Soluzioni per la gestione dell’identità e degli accessi legate alla governance del ciclo di vita delle identità aziendali (clienti, dipendenti, dispositivi ecc.).

La firma elettronica (eSign). Soluzioni e servizi cloud per la firma elettronica e la certificazione legale dei documenti firmati. L’entità congiunta trova la possibilità di commercializzare il prodotto SIA in nuove regioni (Messico, Colombia, Italia, tra gli altri) attraverso la piattaforma e l’esperienza di Indra. Allo stesso modo, la complementarità delle capacità di Indra con la proprietà delle soluzioni di firma e identità di SIA elimina la necessità di ricorrere a prodotti di terze parti.

La gestione integrata dei rischi per i processi decisionali.

La sicurezza delle infrastrutture. Protezione delle infrastrutture critiche (reti, banche dati e Information Technology delle imprese).

La gestione delle minacce e delle vulnerabilità. Soluzioni e servizi per identificare, valutare e mitigare i punti deboli della sicurezza e le risposte agli incidenti.

La combinazione della piattaforma di anomalie di Indra con il servizio di operazioni delle frodi di SIA per affrontare l’identificazione di azioni fraudolente (applicato, ad esempio, a PSD2, il regolamento europeo sui servizi di pagamento elettronico).