Online l’agenda del principale evento mondiale dedicato all’open source, in programma il 28 e 29 aprile

red hat-summit-virtual experience 2020

Ormai alla sua edizione numero sedici, il Red Hat Summit si è fatto conoscere come il più importante appuntamento dedicato alle tecnologie open source, in grado di riunire migliaia di professionisti IT per un evento incentrato sull’innovazione, la formazione e la collaborazione. Quest’anno, Red Hat Summit 2020 Virtual Experience (per registrarsi cliccare qui) sarà un evento gratuito e coinvolgente, in programma il 28 e 29 aprile 2020, che offrirà gli stessi contenuti stimolanti che ci si aspetta da Red Hat: note, sessioni di breakout, accesso agli esperti e altro ancora.

La cosa migliore? Per chi non è in grado di partecipare o semplicemente desidera ascoltare qualcosa una volta ancora, Red Hat registrerà gran parte dei contenuti, compresi tutti i keynote, che resteranno disponibili per un anno.

Ecco cosa si potrà vedere:

Keynote su mercato, tecnologia e vision: I partecipanti ascolteranno contributi da parte del top management di Red Hat, tra cui: Paul Cormier, presidente e CEO; DeLisa Alexander, executive vice president e chief people officer; Matt Hicks, executive vice president, Products and Technologies; Chris Wright, senior vice president e chief technology officer (CTO); Stefanie Chiras, vice president e general manager, Red Hat Enterprise Linux; e Burr Sutter, global director, Developer Experience.

Ulteriori contributi arriveranno da:
○ Jim Whitehurst, presidente, IBM;
○ Navin Shenoy, executive vice president and general manager, Data Platforms Group, Intel;
○ Scott Guthrie, executive vice president, Microsoft Cloud + AI Group, Microsoft,

Keynote da parte dei clienti: Clienti di tutti i settori utilizzano l’open source per modernizzare infrastrutture e applicazioni e fornire innovazioni entusiasmanti. I partecipanti potranno seguire keynote da parte di clienti Red Hat tra cui:
○ Daniel Ochsner, head of Platform and Container Services and regional head of Hosting and Data Services, Credit Suisse;
○ Eric Karsten, director of Enterprise Architecture and Emerging Technologies, Ford Motor Company;
○ Srinivasa Kalapala, vice president of Technology and Supplier Strategy, Verizon;

Keynote dalle community: Nel mondo open source, tutto si gioca nelle comunità. E al Summit di quest’anno, verranno messe in giusta evidenza alcuni progetti innovativi ed entusiasmanti che si stanno svolgendo nella comunità open source e in generale nel mondo della tecnologia, tra cui:
○ Open Source Stories Live: Red Hat riunisce creatori, artisti, coder e leader che hanno il coraggio di realizzare progetti open accessibili a tutti e su cui tutti possono collaborare. Speaker per il 2020 è Brian Gerkey, amministratore delegato di Open Robotics, che darà il suo punto di vista privilegiato su come il presente e il futuro del settore siano stati plasmati da software open source come Robot Operating System e Gazebo.
○ Command Line Heroes: Cosa avvicina gli sviluppatori all’open source e dove nasce questa passione per il coding? E come questo li aiuta a sviluppare la loro carriera? I partecipanti ascolteranno Saron Yitbarek, fondatrice di CodeNewbie e conduttrice del podcast originale di Red Hat, Command Line Heroes, in una discussione con il giornalista e autore Clive Thompson, sulle storie che ha raccolto e delle lezioni che ha imparato intervistando centinaia di sviluppatori per il suo ultimo libro, CODERS.

Oltre 100 tra sessioni di breakout e demo, a coprire molti tra i temi più caldi del mondo enterprise tech: Le sessioni saranno presentate da esperti di Red Hat, clienti, partner e collaboratori della comunità, offrendo ai partecipanti l’opportunità di immergersi nelle ultime innovazioni di prodotto e di ascoltare le migliori pratiche di settori differenti. Le sessioni sono appositamente progettate per un pubblico virtuale e personalizzate in base ai diversi ruoli e livelli di competenza e copriranno un’ampia gamma di argomenti, tra cui: edge; container Linux; automazione IT; infrastruttura hybrid cloud; sicurezza; sviluppo di applicazioni; diversità e cultura; e altro ancora. Gli oratori risponderanno alle domande dei partecipanti tramite chat room durante e dopo le sessioni.

● Decimo evento annuale della Red Hat Women’s Leadership Community: The Women’s Leadership Community Luncheon è un’opportunità per dipendenti Red Hat, clienti, partner e collaboratori del mondo open source di celebrare il contributo che le donne danno al mercato IT, facendo rete e interagendo tra loro. Quest’anno il format verrà rivisitato come una chiacchierata tra Saron Yitbarek e DeLisa Alexander, incentrata sulla carriera di Saron a stretto contatto con gli sviluppatori del settore tecnologico. A loro si aggiungerà anche la vice president of Engineering Diversity di Red Hat, Denise Dumas.

● Opportunità di networking: Sappiamo che uno dei motivi principali per cui la gente viene al Red Hat Summit è quello di fare rete e costruire relazioni. Per mantenere questo spirito, abbiamo sviluppato diversi modi per far sì che i partecipanti possano interagire tra loro e con i rappresentanti Red Hat durante l’evento: sessioni Ask The Expert con esperti di Red Hat a disposizione per rispondere alle domande; stand virtuali per ospitare demo, materiale collaterale e di approfondimento; una varietà di chat room divise per argomento o tipo di pubblico; e ore di social networking per interazioni più informali.

OpenShift Commons Gathering: Il Virtual OpenShift Commons Gathering è in programma il 27 aprile dalle 9:00 alle 16:00 locali (dalle 15:00 alle 22:00 CET). Il forum ospiterà una discussione sulle best practice, sulle esperienze dirette e sui progetti open source che supportano OpenShift e Kubernetes- – tutto in relazione a progetti di implementazione enterprise.