Si chiama ZWorkspace, la piattaforma per la gestione degli spazi e prenotazione degli asset di lavoro lanciata sul mercato da Zucchetti.

L’evoluzione dell’attuale modo di intendere i processi di asset e facility management, oggi basati su una logica di gestione fisica di impianti, macchine, attrezzature, con particolare riferimento agli eventi manutentivi, deve orientarsi sempre di più alle nuove esigenze di gestione e utilizzo degli ambienti di lavoro.

Da qui l’idea di lanciare una applicazione grazie alla quale ciascun lavoratore o i loro coordinatori/supervisori possono prenotare con estrema semplicità postazioni di lavoro, scrivanie, sale meeting, aule e parcheggi, dal proprio pc o da dispositivi mobili anche utilizzando le planimetrie delle aree aziendali.

Tutti i dati generati dal sistema sono sempre disponibili su cruscotti, dashboard, grafici e sono sempre aggiornati in tempo reale, consentendo di monitorare costantemente le performance e le preferenze di utilizzo e fornendo informazioni strategiche per implementare gli spazi in modo sempre più efficace e in linea con gli obiettivi aziendali.

La soluzione si integra inoltre con la piattaforma Infinity Zucchetti di Gestione del personale: per ogni ‘evento’ associato al lavoratore (assenze, trasferte, turni, timbrature, corsi) si modifica automaticamente lo stato di ogni prenotazione, con una conseguente ottimizzazione delle soluzioni di asset management (ZMaintenance, ZEnergy, ZAir) per garantire elevati standard di qualità dal punto di vista energetico e ambientale.

Come riferito in una nota ufficiale da Salvatore Barbera, product manager ZWorkspace di Zucchetti: «ZWorkspace è anche una risposta concreta alle misure di sicurezza contenute nel DCPM del Governo: monitoraggio degli assembramenti, rispetto del distanziamento tra le persone, controllo degli accessi ai varchi, limitazione dei posti prenotabili, ingressi scaglionati, immediato riscontro dei presenti in azienda. L’emergenza sanitaria, però, ha soltanto accelerato un’esigenza che era già avvertita da imprese e lavoratori, ossia rendere l’esperienza di vita in azienda più dinamica, più organizzata e più intelligente. Proprio da questo modello è nato ZWorkspace».