Nutanix amplia l’integrazione con ServiceNow

In aggiunta, Nutanix ha annunciato nuove funzionalità per Nutanix Calm per semplificare le IT operation nell’attuale periodo di crisi globale

Nutanix ha reso noto un ampliamento dell’integrazione con ServiceNow, nonché nuove funzionalità per Nutanix Calm, la soluzione per l’automazione e la gestione delle applicazioni per i team DevOps. Durante questo periodo di crisi diffusa, queste nuove funzionalità aiuteranno i clienti a semplificare e automatizzare l’infrastruttura, le applicazioni e la gestione del cloud.

Come riferito in apertura di una nota ufficiale da Rajiv Mirani, Chief Technology Officer di Nutanix: «Attualmente concentrati sul rilascio di soluzioni per il telelavoro, i team IT a volte faticano a supportare le esigenze dell’azienda in modo più ampio a causa della mancanza di tempo e risorse. Il potenziamento dell’integrazione con ServiceNow, unitamente alla più ampia suite di soluzioni per l’automazione di Nutanix, permetterà ai team IT di ridurre il tempo dedicato alla gestione quotidiana della loro infrastruttura cloud e delle applicazioni, in modo da concentrarsi sulle priorità aziendali».

Obiettivo di Nutanix, infatti, è la semplificazione dell’automazione per renderla più accessibile ai professionisti IT, a tutti i livelli. Grazie a Nutanix, gli operatori IT generalisti dovranno solo impostare trigger e azioni automatizzate per semplificare le attività di routine quotidiane. L’integrazione con le principali soluzioni di automazione come ServiceNow consente ai clienti Nutanix di semplificare ulteriormente la gestione del cloud e delle applicazioni grazie all’integrazione con il loro sistema di ticketing IT esistente per semplificare i flussi di lavoro. Questi recenti miglioramenti dei prodotti, confermano l’impegno di Nutanix ad ampliare in modo significativo i benefici in termini di automazione e governance dei costi per i propri clienti.

Integrazioni e funzionalità di prodotto migliorate

Per supportare ulteriormente i team IT, Nutanix ha annunciato integrazioni e funzionalità di prodotto migliorate per semplificare le attività IT:

DevOps semplificato: Nutanix Calm 3.0 offre funzionalità estese e una maggiore integrazione con ServiceNow. I clienti possono ora automatizzare il ciclo di vita delle applicazioni, compresi aggiornamenti, patch, espansioni e altro ancora, sfruttando il flusso di approvazione e le funzionalità di audit di ServiceNow. Possono inoltre migliorare il livello di sicurezza mantenendo le password in un archivio protetto centrale CyberArc, possibilità particolarmente importante per aziende ed enti pubblici. Oltre a questa integrazione migliorata, Calm 3.0 consente ai team DevOps di automatizzare con facilità i carichi di lavoro sull’infrastruttura cloud ibrida dell’azienda e di fornire un processo Infrastructure as Code (IaC) con linguaggio DSL (Domain-Specific Language) basato su Python per la creazione di blueprint Calm. Calm DSL offre tutte le funzioni dell’interfaccia grafica di Calm, con l’ulteriore vantaggio di essere un codice a versione controllata, leggibile anche dall’uomo, che può gestire anche gli scenari applicativi più complessi.

Gestione semplificata dell’infrastruttura: sulla base della precedente integrazione con ServiceNow, i clienti di Nutanix Prism Pro possono ora rispondere agli allarmi e agli incidenti direttamente dal proprio portale ServiceNow. Per esempio, possono non solo monitorare le carenze o i problemi dell’infrastruttura attraverso i ticket creati automaticamente in ServiceNow, ma anche risolverli direttamente nel sistema di ticketing. L’aggiunta di applicazioni di terze parti per attivare l’automazione aiuta i clienti a creare un processo di gestione dei servizi IT end-to-end.

Cloud Governance semplificata e ottimizzazione dei costi: la maggiore integrazione con ServiceNow consentirà ai clienti di semplificare l’ottimizzazione dei costi e le pratiche di sicurezza, proprio ora che fanno sempre più affidamento sul cloud pubblico. Per esempio, potranno limitare il consumo involontario di cloud pubblico, che spesso porta a spendere molto più di quanto preventivato. Grazie a questa soluzione, i clienti saranno in grado di inserire automaticamente i suggerimenti di Nutanix Xi Beam per l’ottimizzazione dei costi e della sicurezza all’interno dei flussi di lavoro esistenti di ServiceNow, creando automaticamente dei ticket basati sulle raccomandazioni per il risparmio dei costi e sugli allarmi di vulnerabilità di sicurezza e assegnandoli al responsabile appropriato.

Le integrazioni estese di ServiceNow sono già disponibili per i clienti, mentre Nutanix Calm 3.0 è attualmente in fase di sviluppo.