La software intelligence company Dynatrace ha annunciato di essere stata nominata da Gartner come Leader nel Magic Quadrant per il monitoraggio delle prestazioni delle applicazioni (APM) 2021.

Questa è l’undicesima volta consecutiva che Dynatrace appare come leader in questo rapporto. Per la seconda volta, Gartner ha posizionato Dynatrace più in alto e più lontano sia per completezza di visione che per capacità di esecuzione.

Come sottolineato fin dalle prime battute di una nota ufficiale da Steve Tack, SVP of Product Management presso Dynatrace: «L’osservabilità a livello di applicazioni continua a essere fondamentale per qualsiasi moderna strategia di osservabilità del cloud. Per molti dei nostri clienti, le applicazioni sono il punto più alto, dove il business incontra l’IT. L’unione della nostra migliore osservabilità delle applicazioni con l’osservabilità dell’infrastruttura multicloud e cloud ibrido, l’acquisizione e l’analisi automatica dei log e l’osservabilità avanzata dell’esperienza utente continua a distinguerci. Questo consente ai nostri clienti di domare la complessità del cloud, accelerare l’innovazione e fornire risultati di business migliori, in modo coerente».

Con Dynatrace osservabilità multicloud assicurata

Dynatrace ritiene che la sua leadership consolidata rifletta la sua capacità di guidare il settore in un mercato in rapida evoluzione. Il settore è passato ad ambienti dinamici, multicloud e cloud ibrido che producono un volume, una velocità e una varietà di dati immensi. Questa maggiore complessità del cloud ha portato in primo piano la necessità di automazione e intelligenza, oltre all’osservabilità.

Anticipando questa evoluzione, Dynatrace ha reinventato la sua Software Intelligence Platform da zero. La piattaforma offre la più ampia osservabilità multicloud, estendendo log, metriche e tracce, dati sulle esperienze degli utenti e dati dai più recenti standard open source, incluso OpenTelemetry.

Dynatrace ha integrato le funzionalità AIOps nel cuore della piattaforma attraverso il suo motore AI, Davis, che identifica automaticamente qualsiasi anomalia nelle prestazioni del cloud o nel comportamento degli utenti e assegna la priorità agli avvisi in base all’impatto sul business per eliminare le supposizioni.

Inoltre, l’automazione di Dynatrace riduce drasticamente le attività ad alta intensità manuale, attraverso il rilevamento continuo, nonché la configurazione e la strumentazione automatiche su tutto lo stack.

Ancora secondo Tack: «Siamo entusiasti di essere stati riconosciuti, ancora una volta, da Gartner per la nostra posizione di leader in ambito monitoraggio delle prestazioni delle applicazioni. Siamo anche grati ai nostri clienti e partner che ci supportano mentre continuiamo a innovare. Ci motivano e ci ispirano a fornire una piattaforma di osservabilità del cloud più intelligente che sia anche facile da usare, semplice da scalare e preziosa in molti casi d’uso di business digitali».

Gartner ha anche nominato Dynatrace una scelta dei clienti nel rapporto 2020 Gartner Peer Insights Voice of the Customer: Application Performance Monitoring.