Oracle Autonomous Data Warehouse

È andato in scena oggi online il secondo momento di approfondimento organizzato da Oracle e dedicato al mondo APEX (Oracle Application Express, uno strumento per lo sviluppo applicativo low-code di tutte le versioni del database Oracle), nel corso del quale i protagonisti sono stati quattro casi di successo tutti italiani.

Quattro storie differenti ma che hanno trovano nell’implementazione di APEX un modello di sviluppo applicativo più efficace e rapido, a tutto vantaggio del business.
Oracle APEX, nato nel 2004 e utilizzato a livello wordlwide da circa 50.000 clienti e completamente integrato nel database Oracle (ne supporta tutte le versioni ), permette di modernizzare con semplicità le applicazioni legacy portandole nel mondo mobile.

Le due ore hanno visto i racconti di clienti soddisfatti tra cui Autostrade del Brennero, Italferr e Rosss.

Autostrade del Brennero, che si è appoggiata a xView per l’implementazione del progetto, ha portato avanti l’automatizzazione del processo del rapporto di mancato pagamento con APEX reingegnerizzando completamente la soluzione nel corso del 2018 basandosi esclusivamente sulle caratteristiche di APEX, che è stata scelta perché permette di sviluppare soluzioni verticali in maniera stabile e scalabile in tempi brevi.

Italferr, società del Gruppo delle Ferrovie dello Stato, protagonista anche nel PNRR del Governo Draghi, e che è focalizzata sul trasporto metropolitano, stradale e sulla progettazione di porti e stazioni, voleva monitorare tutti i 1.300 contatti attivi in portafoglio. Ha portato avanti una revisione dei processi di pianificazione e monitoraggio dei progetti aziendali mediante l’adozione della soluzione Oracle Primavera P6 e ha deciso di inserire degli strumenti a supporto di Project Engineer e Program Manager per quanto riguarda il tracciamento delle attività progettuali e relativamente a strumenti analitici per monitorare lo stato di avanzamento delle varie iniziative. Tra i vantaggi di APEX riportati: l’eliminazione della complessità di sviluppo applicativo, la semplicità e velocità, la sicurezza e l’assenza di costi aggiuntivi, la portabilità e la possibilità di personalizzare e la possibilità di integrare con soluzioni esterne.

E’ stato poi il turno di Rosss, azienda attiva nella produzione di scaffalature metalliche per stoccaggi di materiali pesanti e leggeri, tra cui spicca la progettazione di una scaffalatura autoportante alta 35 metri nella quale poter immagazzinare oltre 60.000 pallet e resistente anche ad eventi sismici. Con Tema Sistemi Informatici ha progettato l’app IF Configuratore mediante l’impiego di Oracle APEX che ha permesso la messa in esercizio della struttura da oltre un anno.