Brocade amplia la strategia The Effortless Network

L’architettura HyperEdge consente un networking scalabile con Brocade ICX 7750

Brocade amplia la strategia The Effortless Network con nuove soluzioni scalabili e supporto SDN. Effortless Network, abilitata dall’architettura HyperEdge, include il networking scalabile con Brocade 7750 basato su chassis distribuito, il nuovo switch campus stackable di livello enterprise Brocade ICX 7450 e la disponibilità del supporto OpenFlow 1.3 per le applicazioni campus software-defined networking (SDN).
Tutti questi miglioramenti permettono ai clienti di trasformare le proprie reti edge per supportare la mobilità, i social e il traffico di dati cloud nella transizione verso il New IP.

“I clienti campus necessitano di un’infrastruttura di rete a elevate prestazioni che sia a prova di futuro, semplice da implementare e gestire, che sia scalabile a seconda delle esigenze di business. Le ultime innovazioni del portfolio Brocade ICX incrementano significativamente queste capacità e assicurano ai clienti di essere preparati per il New IP,” spiega Jason Nolet, Brocade Vice President dei prodotti Switching, Routing e Analytics.

I requisiti delle reti campus stanno evolvendo rapidamente, guidati dalla vasta adozioni di applicazioni di business moderne, quali la video conferenza e le infrastrutture di virtual desktop. Le reti legacy sfortunatamente non sono attrezzate per supportare la crescente richiesta di performance e i requisiti sempre più avanzati, che includono la capacità di fornire energia ai display HD direttamente dallo switch, come imposto da queste nuove applicazioni. Brocade ICX 7 450 è sviluppato nello specifico per supportare gli ambienti attuali con la migliore scalabilità, capacità premium enterprise e una gestione semplificata.

“Crediamo che un cambiamento drastico nelle architetture di rete campus sia necessario per supportare le richieste di piattaforme di rete di terze parti, come la mobilità diffusa. I miglioramenti di Brocade nel portfolio campus dimostrano una grande promessa nei confronti delle proprie architetture scalabili differenziate, della gestione semplificata e del percorso rivoluzionario verso l’SDN. Questo permette all’IT di ampliare la rete in modo facile e a costi contenuti, incrementando l’agilità e le performance per supportare le aspettative sempre in crescita degli utenti,” spiega Nolan Greene, Research Analyst, Network Infrastructure di IDC.