Honeywell: via libera alla tecnologia ibrida

Le unità NVR ibride MAXPRO e gli encoder della famiglia HVE consentono ai professionisti della sicurezza di guidare i loro clienti nella fase di migrazione dalle soluzioni di videosorveglianza analogica a quelle basate sulla tecnologia HD IP

Honeywell ha aggiunto una nuova linea di videoregistratori di rete ibridi alla gamma di prodotti basati sulla tecnologia IP video ad alta definizione della famiglia MAXPRO. L’azienda ha anche lanciato i nuovi encoder video/audio HVE, che consentono agli installatori di migrare i sistemi analogici dei loro clienti verso la tecnologia IP. Le unità NVR ibride convertono i flussi video analogici in formato IP, senza richiedere la sostituzione delle telecamere analogiche.

Il sistema di videosorveglianza MAXPRO NVR SE Ibrido di Honeywell è la soluzione idonea per coloro che desiderano effettuare la migrazione di installazioni di dimensioni piccole e medie verso la tecnologia ibrida, con 32 canali video, 16 dei quali analogici. Questa soluzione rappresenta una soluzione entry-level per l’accesso alla tecnologia di videosorveglianza ibrida. Il sistema è in grado di supportare fino a 16 canali.

Ulrich Hopfstock, Product Manager Honeywell Security Group, EMEA spiega: “Grazie alla famiglia di prodotti NVR ibridi MAXPRO, gli installatori Honeywell sono in grado di offrire ai clienti una soluzione preinstallata dal costo accessibile e in grado di sfruttare gli investimenti esistenti in tecnologie analogiche”.