Cyber security al centro di un incontro organizzato dallo Stato Maggiore della Difesa

Un tema sempre più emergente, del quale vari esperti di settore hanno discusso a Roma

Si è parlato dei rischi connessi al mondo cyber, della possibilità di azione nel cyber spazio e della sua definizione durante l’ultimo convegno organizzato dal periodico dello Stato Maggiore della Difesa “Informazione della Difesa”.

Il meeting, moderato dall’Amm. Sq. (Ris.) Ferdinando Sanfelice di Monteforte, docente di Storia delle Istituzioni Militari presso l’Università “Cattolica” di Milano, e di Stratega presso l’Università di Trieste, ha visto avvicendarsi sul palco diversi esperti del settore, ciascuno dei quali ha fornito il suo punto di vista sul tema, sempre più d’attualità e che, come emerso dal convegno, necessita di un’azione sinergica tra pubblico e privato.

Tra i vari interventi quello della Dott.ssa Serena Lisi (CSSII, Università di Firenze) che ha illustrato il Tallin Manual on International Law on Cyber Warfare e la ragione della creazione, del centro di eccellenza di Tallinn; la Dott.ssa Cristiana Era ha esaminato il dilemma americano tra esigenze di sicurezza nazionale e tutela dei diritti civili dei cittadini; mentre il Dott. Costantino Moretti ha esaminato la situazione sul controllo e sulle regole di internet; a seguire il Dott. Luigi Martino (CSSII, Università di Firenze) ha descritto il comportamento dell’opinione pubblica attraverso i social media ai fini della cyber security e l’evoluzione del sono web 3.0 e 4.0;
Infine il Gen. C.A. Salvatore Farina, Presidente del Comitato Guida per l’implementazione del Libro Bianco per la Difesa, ha esaminato la strategia nazionale sulla protezione informatica e le possibilità di difesa contro attacchi di natura cibernetica.