EthosIT, il network di professionisti, aziende ICT e associazioni promotore di un’informatica più etica, sostenibile e solidale, organizza una giornata dedicata al tema dell’etica per i professionisti IT. Un’occasione di dialogo e approfondimento per capire quanto sia importante, anche in ambito informatico, sviluppare una forte responsabilità sociale.

Lo sviluppo delle tecnologie informatiche si fa sempre più rapido e impressionante: strumenti nuovi e sempre più potenti emergono quotidianamente e il loro utilizzo si allarga ormai alla maggior parte degli ambiti dell’attività umana, dalla medicina ai mezzi di trasporto. In virtù di questo utilizzo massiccio e capillare delle tecnologie digitali, i professionisti del mondo informatico rivestono una posizione sempre più centrale nella società umana. Il loro apporto è oggi fondamentale sia per le organizzazioni in cui operano, sia per la società nel suo complesso. Per questo è importante che gli operatori informatici non si preoccupino più solamente di coltivare le proprie competenze tecniche, ma anche la propria responsabilità sociale e il proprio spirito critico.
Da queste premesse nasce Etica e Responsabilità Sociale dell’Informatica, l’evento che si svolgerà lunedì 5 dicembre alle ore 9.30 presso l’Istituto Piero Pirelli, a Milano in via Fulvio Testi 23 .

“Gli sviluppi tecnici e sociali legati all’informatica sono interconnessi; sono due aspetti che, oggi più che mai, procedono di pari passo. Gli stessi professionisti ICT sono spesso inconsapevoli dell’impatto che il loro lavoro ha sulla vita delle persone – afferma Claudio Tancini, Presidente di Informatica Solidale -. Affinché l’informatica continui ad incidere positivamente sulla società, è fondamentale che chi vi opera contribuisca a sviluppare un codice etico condiviso, senza più concentrarsi solo sugli aspetti meramente tecnici del proprio lavoro”.