24.000 gli attacchi hacker nel 2016. Previsto un piano di investimento di quasi 2 miliardi nei prossimi sei anni

24.000 gli attacchi informatici bloccati nel 2016 ai danni della Francia: lo ha rivelato il ministro della Difesa Jean-Yves Le Drian, assicurando un impegno importante per assicurare una vigilanza più attenta in vista delle elezioni presidenziali di aprile.

Il ministro in un’intervista al Journal du dimanche, ha affermato che negli ultimi tre anni la minaccia informatica è “cresciuta notevolmente e comprende anche i dispositivi militari”.
“I tentativi di assalto informatico al mio ministero raddoppiano ogni anno – prosegue Le Drian –. Nel 2016, 24.000 attacchi esterni sono stati bloccati dai nostri sistemi di sicurezza. Tra questi, alcune centinaia, piuttosto elaborati, avevano intenzioni di fare danni, come in un caso in cui è stato sventato un tentativo di mettere fuori uso il nostro sistema di droni”.

Per difendersi da queste minacce il piano francese prevede un rafforzamento ulteriore delle sue difese, prevedendo l’impiego di 2.600 persone preposte alla cyber sicurezza entro il 2019, con investimenti pari a quasi 2 miliardi di euro nell’arco di sei anni.