Il centro ICT governativo finlandese Valtori punta su Fujitsu

Scelto il servizio cloud privato virtuale e pubblico Fujitsu Cloud Service KE per implementare una nuova strategia di digital transformation

Valtori, centro Ict governativo finlandese, ha scelto Fujitsu Cloud Service K5 come base delle sue iniziative di e-government, facendo leva sulla piattaforma centrale per fornire erogazione, supporto e implementazione dei futuri servizi It destinati alla cittadinanza e ai comuni. L’adozione del cloud privato virtuale e pubblico K5 è essenziale per i progetti con cui Valtori intende centralizzare e gestire le applicazioni e i servizi IT delle agenzie partner. La soluzione Fujitsu consentirà, inoltre, di trasformare digitalmente l’utilizzo di applicazioni governative sicure nell’ambito di tutta la pubblica amministrazione finlandese.

Valtori ha selezionato Fujitsu Cloud Service K5 per le sue caratteristiche di agilità e contenimento dei costi. Valtori, avendo intenzione di completare rapidamente la fase di transizione verso un nuovo scenario di servizi digitali , ha scelto di dotarsi di K5 perché la piattaforma permette lo sviluppo e il deployment di nuove applicazioni native per il cloud. K5 garantisce anche il supporto e la completa integrazione dell’infrastruttura IT, già presente nella pubblica amministrazione finlandese, all’interno delle nuove applicazioni cloud. In questo modo i cittadini finlandesi potranno sperimentare una transizione lineare e senza interruzioni verso i nuovi servizi di digital government basati su cloud.

Valtori ha l’obiettivo di sfruttare le potenzialità di K5 nelle aree dello sviluppo e dell’integrazione applicativa, per incrementare la propria efficienza operativa. Inoltre, Valtori attingerà alle più ampie capacità del portafoglio Fujitsu MetaArc per la gestione e il delivery multi-cloud automatizzato su tutte le più diffuse piattaforme cloud.

“È stato importante per noi utilizzare un servizio cloud open source affidabile che ci possa aiutare a sviluppare e sperimentare nuovi ambienti digitali da estendere alla cittadinanza finlandese, senza doverci preoccupare di incorrere in spese ingenti o nel rinnovamento dei sistemi legacy – commenta Pasi Lehmus, CEO di Valtori –. K5 ci permetterà inoltre di lavorare facilmente con le agenzie partner che forniscono servizi essenziali alla nostra amministrazione, fatto che rappresenta solo uno dei numerosi vantaggi offerti dai servizi cloud pubblici. Prevediamo per esempio una velocizzazione nel deployment degli aggiornamenti applicativi. E dal momento che il costo dei servizi viene addebitato in base al numero di utenti, possiamo evitare spese di procurement separate”.

Mikko Lampinen, Head of Public Sector and Healthcare Sales di Fujitsu Finland, ha dichiarato: “La ridondanza di Cloud Service K5 si basa su due data center situati in Finlandia, alimentati da energie rinnovabili, che costituiscono l’hub K5 per la scandinava e fanno parte del nostro servizio cloud globale, in grado di rispondere anche alle sfide più difficili e alle esigenze di sicurezza dei dati degli enti pubblici. K5 offre alla pubblica amministrazione una vasta scelta di strumenti che possono essere utilizzati per sviluppare e implementare in maniera rapida e indipendente nuove applicazioni cloud, mentre ulteriori elementi tratti dal portafoglio Fujitsu MetaArc permetteranno di utilizzare big data e intelligenza artificiale, solo per fare due esempi, nell’ambito dei futuri servizi della pubblica amministrazione finlandese”.