Reti aziendali: la prima sfida resta la sicurezza

Uno studio conferma la complessità delle reti alla base delle sfide che i responsabili IT devono affrontare anche in ambito di visibilità e controllo

La sicurezza, le frodi e una maggiore complessità, derivanti dalla proliferazione delle reti, sono tra le principali preoccupazioni dei responsabili IT e telecomunicazioni.

È quanto emerge da “Enterprise Networks in Transition: Taming the Chaos”, un report condotto intervistando 277 responsabili delle decisioni in ambito IT, telcom e reti, in cui emerge in maniera chiara come le aziende siano sempre più alla ricerca di tecnologie emergenti e la biometria, l’intelligenza artificiale e le blockchain rappresentano opportunità per migliorare sicurezza e controllo.

Condotto da Oracle Communications, lo studio ha, infatti, rivelato che per il 91% dei responsabili IT, la sicurezza è la problematica principale che devono affrontare con l’espansione delle reti aziendali.

Non solo.

Nel medesimo report, la tecnologia di rete SD-WAN (Software-Defined Wide Area Network) è stata citata come un elemento critico alla base dell’evoluzione delle reti aziendali.

Nello specifico, la tecnologia SD-WAN è considerata fondamentale per l’evoluzione delle reti aziendali. Basti pensare che, la maggioranza (71%) degli intervistati concorda sul fatto che la tecnologia SD-WAN è fondamentale per l’evoluzione delle reti aziendali e una percentuale maggiore (88%) degli intervistati di aziende internazionali con 101 o più sedi, concorda con tale affermazione. Per il 48% delle grandi aziende internazionali che stanno prendendo in considerazione la tecnologia SD-WAN, la convenienza e la facilità di implementazione sono state la motivazione principale, seguite dall'affidabilità (36%) e dalla flessibilità legata al traffico (34%).

Un livello di sofisticazione della rete più elevato che mai
Pur interpellando, nel 66% dei casi intervistati provenienti da aziende con almeno 11 sedi e con il 62% delle operazioni gestite su più nazioni, l’indagine conferma come, con l’economia digitale, le imprese si trovano ad affrontare crescenti complessità operative. Le aspettative dei clienti sono aumentate e si sta vivendo una situazione caotica senza precedenti in termini di violazioni della sicurezza e sovraccarico delle comunicazioni che richiedono un livello di sofisticazione della rete più elevato che mai.

E poiché i dispositivi mobili continuano a espandersi e a ridefinire i confini della rete, la sicurezza continua ad essere una questione di primaria importanza.

Da qui il parere fortemente condiviso secondo cui sono necessarie nuove soluzioni per migliorare la visibilità e il controllo dell’intera rete.
A tal proposito, il 69% ha evidenziato che utilizzerà la biometria per la sicurezza di rete e il 57% in ambito intelligenza artificiale. Parallelamente, l’intelligenza artificiale e il machine learning sono stati identificati come tecnologie fondamentali per supportare la qualità del servizio e l'efficienza dei costi (30% ciascuno), 27% degli intervistati identifica la Blockchain come una tecnologia di punta per migliorare il controllo della rete.

La proliferazione dei canali determina una maggiore complessità: il 76% degli intervistati ha dichiarato che l’ampiezza e la portata della propria rete aziendale è in evoluzione. Gli utenti della rete dispongono di un numero crescente di canali, il che significa che la gestione del tempo e della produttività sta diventando sempre più critica. Mentre voce e posta elettronica sono i canali di comunicazione predominanti, video, chat e altre comunicazioni in-app sono sempre più diffuse. Tutto questo ha un impatto sul modo in cui la rete viene distribuita e gestita e su ciò che definisce il perimetro della rete stessa.