Aziende in cerca di equilibrio tra dipendenti, clienti e cittadini

Una ricerca globale di Fujitsu evidenzia l’attenzione dei business leader verso i dipendenti, mentre preoccupa la capacità di influire positivamente sulla società

Intenta a esplorare il rapporto tra le aziende e i loro dipendenti, i loro clienti e la società in generale, Fujitsu ha commissionato alla società di ricerche Censuswide una ricerca globale con il compito di esplorare l’importanza di ciascun gruppo per il raggiungimento del successo e il ruolo ricoperto da cultura, creatività e tecnologia digitale nel quadro complessivo.

Effettuata nell’agosto 2018 intervistando 1.936 responsabili decisionali appartenenti all’alto management di organizzazioni medio-grandi nella pubblica amministrazione, nel settore dei trasporti, nei servizi finanziari, nel retail e nell’industria anche italiani, dalla ricerca emerge che i business leader faticano a bilanciare le esigenze dei tre gruppi per i quali dovrebbero essere al servizio per raggiungere il successo: dipendenti, clienti e la società in generale.

Attualmente, infatti, come è possibile osservare dalla Survey 2018 Infographic, la maggioranza delle aziende (60%) ha come principale priorità le esigenze dei propri dipendenti rispetto a quelle dei clienti (55%) e della società (37%). Il 60% degli intervistati però ammette di fare fatica a bilanciare contemporaneamente le aspettative di tutti questi tre gruppi e che questo è motivo di preoccupazione per loro, essendo consapevoli che le aziende esercitano su ciascun gruppo un’influenza sul loro successo.

Se il cliente è davanti a tutto
I dati della ricerca riflettono l’effettiva difficoltà a bilanciare tutti i tre gruppi e comprendere le connessioni che li legano: due terzi (66%) dei business leader intervistati ritengono che i dipendenti abbiano una crescente influenza sulle aziende e il 73% è convinto che per crescere sia essenziale dare spazio alla loro creatività. Tuttavia, il 74% è anche convinto che riuscire ad avere un impatto positivo sulla società sia la chiave per il successo dell’azienda in futuro. Addirittura, l’80% dichiara che per avere successo un’azienda deve sempre mettere il cliente davanti a tutto. Questa tensione è ulteriormente rappresentata dai fattori che per i business leader definiscono il successo: la maggioranza (54%) ha indicato come elemento più importante il “raggiungere la crescita finanziaria”, mentre sono parimenti considerate essenziali la necessità di avere una buona reputazione (45%) e l’innovazione nei prodotti e nei servizi (35%). La maggior parte degli intervistati riconosce anche la necessità di poter reagire e adattarsi rapidamente, con l’80% che considera l’agilità di business come un fattore critico per il successo futuro.

Il segreto per un successo davvero duraturo
Come, però, sottolineato in una nota ufficiale da Duncan Tait, SEVP e Head of Americas and EMEIA di Fujitsu: «Un successo duraturo si basa sulla capacità di fare contenta la clientela dando contemporaneamente spazio a tutte le potenzialità del proprio personale e assicurandosi un impatto positivo sulla società. Influenzare la società non dovrebbe essere vista come una cosa a sé stante. I tre gruppi sono intrinsecamente connessi con le aziende capaci di influenzare il mondo intorno ad esse per mezzo dei dipendenti e dei clienti con cui interagiscono. Essi sono cittadini, e avere un’influenza positiva sulle loro esistenze è di grandissimo aiuto per produrre un impatto sociale positivo. Le persone risultano attratte – nel ruolo di potenziali dipendenti e clienti – dalle aziende che possiedono una chiara vision sociale, in particolare qualora stiano già producendo un impatto sociale positivo. Eppure da questo studio emerge un certo nervosismo circa la giusta direzione intrapresa dalle aziende rispetto a ciascun gruppo. Tutti e tre esercitano un’enorme influenza sul futuro successo di un’azienda ed è comprensibile che i business leader trovino difficile riuscire a gestire tutto questo».

L’impatto delle aziende sul mondo circostante
L’importanza di produrre un impatto positivo sulla società emerge bene da questi dati: il 78% degli intervistati è convinto dell’importanza per le aziende di essere considerate affidabili. Ancora più chiaramente si evincono le sfide che le aziende devono affrontare per poter raggiungere questo traguardo. Quasi due terzi (63%) degli intervistati ritengono che negli ultimi tre anni la società si sia fatta più critica nei confronti della comunità delle aziende, mentre il 71% ammette che la propria azienda potrebbe fare molto di più per contribuire positivamente alla vita dei cittadini. Tuttavia, a riprova del fatto che i business leader faticano a vedere la connessione tra l’influenzare i dipendenti e i clienti con l’obiettivo di cambiare la società, quasi metà degli interpellati (47%) afferma di non essere convinto che la propria azienda sia in grado di produrre un impatto sociale significativo. Rispetto alle sfide che li attendono, il 63% dei business leader sa che, per poter avere successo in futuro, occorrerà cambiare l’approccio delle aziende per produrre un’influenza positiva sul mondo circostante.

Più creativi e collaborativi con la tecnologia digitale
Ma cosa è necessario per essere aiutati a risolvere questa sfida? Molti hanno sottolineato l’esigenza di utilizzare la tecnologia digitale, ritenuta dal 69% degli intervistati essenziale per poter produrre un impatto maggiormente positivo sulla società negli anni a venire. Un ulteriore 73% ha indicato la necessità di promuovere la cultura adatta per produrre un impatto del genere sul mondo, affermando come “creare e mantenere una cultura creativa e collaborativa sia la chiave per esercitare un'influenza positiva sulla società”.

 

 

 

 

www.fujitsu.com/