Data recovery Commvaulter la Protezione Civile dell’Alto Adige

La Provincia Autonoma di Bolzano ha scelto Commvault HyperScale e Commvault Complete Backup & Recovery

L’Agenzia per la Protezione Civile dell’Alto Adige, che conta 210 dipendenti e 19.000 volontari ed è responsabile anche delle informazioni meteorologiche e sul traffico della Regione, ha scelto Commvault HyperScale e Commvault Complete Backup & Recovery per massimizzare la disponibilità dei dati necessari a eseguire con successo le proprie operazioni di salvataggio.

Lo ha annunciato Commvault, che ha implementato sei appliance Commvault Hyperscale per una protezione scale-out dei dati. Cinque di questi dispositivi sono stati collocati presso sedi differenti, tra uffici e datacenter, mentre una Commvault Remote Office Appliance viene utilizzata in un veicolo operativo mobile che può essere spostato nel caso di operazioni di emergenza che richiedano elevata disponibilità dei dati.

Protetti da backup automatici e centralizzati
Nell’ambito della Provincia Autonoma di Bolzano, l’Agenzia per la Protezione Civile risponde, infatti, a migliaia di richieste di assistenza ogni anno – da incendi e valanghe, fino a incidenti stradali e terremoti. La Regione alpina conta una popolazione di 500.000 persone, che ogni si arricchisce di milioni di visitatori richiamati dalle numerose attività possibili sul territorio.

Da qui l’esigenza espressa in una nota ufficiale da Stefan Hellweger, responsabile IT dell’Agenzia per la Protezione Civile, secondo cui: «Dobbiamo avere traccia delle azioni che vengono intraprese nel caso di una situazione di emergenza. Con la Remote Office Appliance possiamo proteggerci dalla perdita di dati con backup automatici e centralizzati».

Utilizzando la tecnologia Commvault per analizzare gli schemi meteo, l’Agenzia può proteggere meglio i propri team di salvataggio impegnati in operazioni di emergenza su un’area estesa 2800 miglia. L’Agenzia ha anche reso più semplice la conformità al GDPR (General Data Protection Regulation), grazie all’utilizzo di Commvault Activate e Commvault Orchestrate.

Diventa così possibile ricercare in modo semplice e veloce i dati personali salvati sui server virtuali e nei file di backup, per una risposta a richieste GDPR più rapida, ma anche per una migliore governance e trasparenza.