Barracuda CloudGen Firewall: pronta la versione 8

La nuova release di Barracuda CloudGen Firewall automatizza e protegge la migrazione delle imprese al cloud pubblico

Barracuda Networks ha annunciato la release 8 di Barracuda CloudGen Firewall, le cui nuove funzionalità aiutano a semplificare la gestione delle SD-Wan, ottimizzare la connettività cloud e automatizzare una protezione scalabile in ambienti multicloud.

Con la versione 8 di CloudGen Firewall, Barracuda ha aggiunto una serie di automazioni capaci di semplificare il deployment e fornire visibilità e controllo per assicurare implementazioni di successo.

Le nuove funzionalità comprendono:

  • Ottimizzazione dell’Internet breakout. CloudGen Firewall seleziona automaticamente il migliore uplink diretto disponibile per le tipiche applicazioni residenti in Internet, come ad esempio Dropbox o Salesforce. CloudGen Firewall monitora in background l’Internet breakout diretto disponibile scegliendo dinamicamente il miglior uplink sulla base delle condizioni attuali di Internet.
  • Cruscotto WAN Path Controller. Ampliando ulteriormente le funzionalità di Firewall Insights, il nuovo cruscotto visualizza dinamicamente i dati SD-Wan globali sullo stato di salute della rete e delle sedi remote. Ciò permette ai clienti di ottenere un uso più efficiente delle risorse WAN migliorando allo stesso tempo le performance delle applicazioni.
  • Integrazione automatizzata con Azure vWAn. CloudGen Firewall può ora essere integrato con Azure vWAN con Central Management, Zero Touch Deployment e supporto delle policy Office 365 vWAn per ottimizzare le performance delle applicazioni cloud.
  • API per l’automazione dell’intero ciclo di vita. CloudGen Firewall è dotato ora di funzioni per la segmentazione della rete, la sicurezza e il controllo degli accessi ai fini di un deployment automatizzato nell’ambito di processi agili di sviluppo cloud. Ciò aiuta i clienti a realizzare il pieno potenziale delle iniziative di migrazione al cloud.
  • Auto VPN. CloudGen Firewall Release 8 rende possibile l’automazione VPN per molteplici fornitori cloud, on site e virtuali.
  • Performance multi-gigabit. Questa nuova versione di CloudGen Firewall può più che raddoppiare le performance di rete nel cloud rispetto alle versioni precedenti. Ciò permette l’hosting e la protezione anche dei workload che richiedono grandi quantità di banda.
  • Miglioramento fino al 50% delle performance VPN. L’ottimizzazione e la modernizzazione del motore VPN sottostante permette di sfruttare la potenza di calcolo dell’appliance multi-core e dell’hardware virtuale. Ciò consente di migliorare fino al 50% il throughput VPN crittato, anche per le unità Barracuda CloudGen Firewall installate.

Come riferito in una nota ufficiale da Klaus Gheri, responsabile Network Security di Barracuda: «La gestione delle SD-Wan può essere complicata. Molti prodotti SD-Wan richiedono giorni e giorni per l’implementazione e, se non configurati correttamente, possono introdurre vulnerabilità. Barracuda CloudGen Firewall offre una soluzione SD-Wan all in one integrata con l’infrastruttura di cloud pubblico assicurando alle imprese la sicurezza e la connettività desiderata con un livello di automazione che aiuta a semplificare la vita dei team IT».