Kaspersky avverte: anche i download delle canzoni sono a rischio malware

Kaspersky ha rilevato file dannosi nascosti all’interno delle tracce di alcuni dei DJ che la rivista DJ Mag ha classificato come i più famosi al mondo

I ricercatori di Kaspersky hanno scoperto che all’interno delle tracce di alcuni dei DJ che la rivista DJ Mag ha classificato come i più famosi al mondo, erano nascosti alcuni file dannosi.

La pandemia da COVID-19, che ha costretto a casa milioni di persone in tutto il mondo, infatti, ha già avuti enormi ripercussioni sull’industria della musica elettronica. Poiché i principali eventi musicali come Coachella, Ultra, SXSW, Glastonbury, Time Warp sono stati cancellati o rinviati, alcuni famosi artisti si stanno trasferendo sul web verso servizi di streaming online come Facebook Live, YouTube e persino Twitch.

Per questo motivo, la lista stilata da DJ Mag dei “Top 100 DJs” è stata analizzata dai ricercatori di Kaspersky. Da questa analisi è emerso che il download di musica elettronica da internet dovrebbe essere eseguito con molta cautela. Secondo la ricerca, infatti, i nomi di David Guetta, Alan Walker, Dj Snake, Calvin Harris e Martin Garrix sono quelli più comunemente usati dai criminali informatici per diffondere file dannosi e speculare sull’interesse degli appassionati di musica elettronica.

I file rilevati dai ricercatori contenevano una serie di minacce tra cui adware e trojan malevoli, utilizzati per distruggere, bloccare, modificare o copiare i dati così come per interrompere le prestazioni dei computer o delle reti.

I prodotti Kaspersky hanno rilevato dei file dannosi con i seguenti nomi di rilevamento:

  • HEUR:Trojan.Script.Generic:
  • UDS:DangerousObject.Multi.Generic
  • Trojan.Win32.Agentb.bqyr
  • not-a-virus:HEUR:AdWare.AndroidOS.Agent.f
  • HEUR:Trojan.Win32.Generic

Per ascoltare i propri artisti di musica elettronica preferiti, Kaspersky invita a: 

  • Fare un controllo accurato sulle ultime uscite degli artisti e prestare attenzione ai nomi dei brani e dei mix. Se il nome del file è sospetto, o non si conosce la canzone, è opportuno non scaricarla.
  • Scaricare musica per l’ascolto offline solo da fonti affidabili, come Spotify o Audiomack.
  • Utilizzare una soluzione di sicurezza affidabile, come Kaspersky Security Cloud, in grado di offrire una protezione completa da una vasta gamma di minacce.
Morten Lehn, Kaspersky Lab
Morten Lehn, Managing Director, Kaspersky Lab Italia

Come riferito in una nota ufficiale da Morten Lehn, General Manager Italy di Kaspersky: «Le persone stanno trascorrendo molto più tempo di prima in casa e questo comporta un aumento del numero di contenuti consumati. Sebbene usufruire di contenuti su piattaforme online o in streaming non costituisca un pericolo per gli appassionati di musica elettronica, raccomandiamo loro di fare molta attenzione quando effettuano il download delle loro canzoni preferite sui dispositivi personali. Secondo quanto è emerso dalla nostra ricerca dietro questi file si possono nascondere dei malware, motivo per cui consigliamo di adottare misure aggiuntive per proteggersi da possibili minacce».

Si raccomanda agli utenti di prestare molta attenzione quando effettuano il download delle loro canzoni preferite. Il modo di vivere la musica e l’intrattenimento musicale sta cambiando: i DJ e i promoter devono trovare nuove idee e soluzioni per svolgere la loro attività. Ad esempio, l’Ultra Music Festival, che avrebbe dovuto tenersi il 23 marzo, si è trasferito online, annunciando una serie di spettacoli di musica dal vivo per la fine settimana: nessuna preparazione speciale, solo live music trasmessa direttamente dalle case dei DJ e accessibile a tutti gli amanti della musica moderna. Il numero di utenti che partecipano a questi eventi è cresciuto in modo significativo in quanto consente di mantenere un atteggiamento positivo e migliorare lo stato d’animo durante l’attuale lockdown.

Nelle ultime settimane, è stato rilevato un forte aumento del traffico internet, poiché molte attività quotidiane, come gli incontri con gli amici, vengono svolte online. Questa tendenza a trascorrere più tempo online può influire sulla velocità di internet e quindi ridurre la qualità dello streaming, causando buffering o prolungando i tempi di caricamento. Un modo per evitare questa situazione è quello di scaricare la musica preferita e passare all’ascolto offline, soprattutto nei casi in cui non si riesca a seguire uno streaming senza interruzioni. Questo metodo richiede però molta attenzione. È importante, infatti, controllare sempre le fonti da cui viene effettuato il download della musica per evitare conseguenze spiacevoli.