La moderna piattaforma infrastrutturale annunciata da Dell Technologies è stata ideata per affrontare le sfide dell’era dei dati

Dell Technologies ha presentato Dell EMC PowerStore, una moderna piattaforma infrastrutturale creata fin dalle basi con livelli superiori di tecnologia e competenze allo scopo di affrontare le sfide dell’era dei dati.

Parliamo, infatti, di un sistema sviluppato per raggiungere una disponibilità equivalente a sei nove (99,9999%) e per semplificare l’infrastruttura IT supportando una vasta gamma di workload tradizionali e moderni con la sua architettura scale-up, scale-out per blocchi, file, vVol VMware.

Inoltre, PowerStore è sette volte più veloce e tre volte più reattivo rispetto ai precedenti storage array Dell EMC di fascia midrange grazie al suo design NVMe end-to-end e al supporto della tecnologia Storage Class Memory per lo storage persistente basato su SSD dual port Intel Optane.

Stando a quanto reso noto da Dell, i clienti possono risparmiare sui budget e sulla capacità IT grazie alle capacità di compressione, deduplica always-on e alla riduzione 4:1 garantita dei dati, mentre l’intera infrastruttura diventa programmabile e autonoma. Le capacità di machine learning integrate automatizzano, infatti, i processi ad alta intensità di lavoro come l’installazione iniziale dei volumi, le migrazioni, i bilanciamenti del carico e la risoluzione dei malfunzionamenti.

A sua volta, il software per l’analytics e il monitoraggio dello storage Dell EMC CloudIQ grazie al machine learning e all’intelligenza artificiale consente di ottenere analisi della capacità e prestazioni real-time e monitoraggio storico sulla base di un’unica visione dell’infrastruttura

Tra le novità annunciate c’è anche la AppsON, ideale per i workload a utilizzo intensivo di dati all’interno di ambienti core o edge e applicazioni infrastrutturali, mentre nuovi tool nativi all’interno del wizard PowerStore Manager permettono ai clienti di automatizzare intere migrazioni in meno di dieci clic del mouse e con Dell Technologies On Demand (DTOD), le aziende possono scegliere tra due opzioni di consumo pay-per-use flessibili a breve e a lungo termine, compreso un nuovo termine annuale per consumi flessibili.

Infine, il sistema PowerStore è coperto dall’iniziativa Dell EMC Future-Proof Program, che offre maggiori possibilità di scelta, prevedibilità e protezione dell’investimento attraverso Anytime Upgrades, il programma di aggiornamento dei controller più flessibile dell’intero settore.

Come riferito in una nota ufficiale da Eric Burgener, research vice president, Infrastructure Systems, Platforms and Technologies Group, IDC: «Nel modernizzare le loro infrastrutture IT, le aziende devono adottare tecnologie capaci di razionalizzare le operazioni, eliminare la complessità e scalare in linea con la crescita esponenziale dei dati. Sviluppando Dell EMC PowerStore sotto un’ottica incentrata sulle infrastrutture, la società ha creato una piattaforma capace di affrontare le sfide IT di oggi con la flessibilità e la scalabilità che occorrono per rispondere alle necessità IT del futuro».

Per Dan Inbar, presidente e general manager, storage di Dell Technologies: «I clienti ci evidenziano che un grande ostacolo che impedisce il completamento delle loro iniziative di trasformazione digitale è rappresentato dal costante scontro tra il dover supportare una sempre crescente quantità di workload – dalle tradizionali applicazioni IT fino alla data analytics – e la realtà dei vincoli di budget, delle limitazioni e delle complessità delle infrastrutture IT esistenti. Dell EMC PowerStore unisce automazione, tecnologia di nuova generazione e un’inedita architettura software per dare vita a un’infrastruttura che aiuta le aziende ad affrontare queste necessità».