Citrix ha annunciato l’espansione della sua offerta di Remote PC Access per offrire un’alternativa semplice, sicura e affidabile alla VPN

smartworking

Per garantire l’operatività di persone e aziende nel corso della crisi scatenata dal Covid 19, Citrix Systems ha annunciato l’estensione sul cloud della sua sua soluzione Remote PC Access.

Quest’ultima sarà resa disponibile come parte di Citrix Desktop Service e Citrix Desktop Essentials per consentire ad aziende di tutte le dimensioni di avere a disposizione un desktop virtuale e un’esperienza di lavoro di livello elevato che permette ai dipendenti di accedere in maniera sicura alle app, alle informazioni e alle risorse di cui hanno bisogno per lavorare al meglio da remoto.

Al tempo del COVID-19, infatti, molte organizzazioni si sono date da fare per attivare per i loro dipendenti soluzioni di Virtual Private Network (VPN) che permettono di collegarsi ai sistemi aziendali. Ma anche queste hanno i loro limiti. Una recente survey commissionata da Citrix all’istituto di ricerche OnePoll, fatta su 2000 dipendenti che negli USA lavorano da remoto grazie alle VPN, ha scoperto che questo spesso si traduce in performance di rete lente e nel mancato accesso alle app necessarie per lavorare. E una successiva ricerca ha messo in luce problemi di sicurezza e di privacy.

Per Mark Bowker, analista senior per Enterprise Strategy Group: «Le aziende che optano per soluzioni affrettate nel tentativo di abilitare il lavoro da remoto rischiano problemi di sicurezza, di produttività e di dover affrontare imprevisti problemi di networking. Mentre le aziende lavorano per ridurre le carenze, è il momento ideale per prendere in considerazione le VDI e altri workspace digitali, per un’esperienza di lavoro sicura e senza danni per la produttività, per tutti coloro che devono lavorare da remoto».

Una soluzione semplice, sicura e affidabile

Con Citrix Remote PC Access, le organizzazioni IT possono distribuire in maniera facile e veloce un’esperienza completa di desktop virtuale installando un piccolo client (VDA), che permette agli utenti di connettersi in maniera remota al loro PC Windows o Linux da ovunque, usando virtualmente qualsiasi tipo di dispositivo. L’accesso remoto da PC non richiede una VPN e permette di attivare misure di sicurezza come l’autentificazione a più fattori per continuare a tenere al sicuro eventuali contenuti sensibili.

Già incluso in Citrix Virtual Apps and Desktops Advanced/Premium e Citrix Workspace Premium Plus, Remote PC Access viene ora offerto come parte di  Citrix Virtual Desktops Essentials e Citrix Virtual Desktops Service.

Con Citrix Virtual Desktops Service, le aziende possono distribuire Remote PC Access ai desktop fisici e alle infrastrutture desktop virtuali situate on-premises o in qualsiasi cloud pubblico. E con Citrix Virtual Desktops Essentials Service, un’opzione rinnovabile mensilmente e disponibile su Azure Marketplace, possono anche distribuire desktop virtuali ospitati su Azure.

Come riferito in una nota ufficiale da Paul Carley, Senior Product Marketing Manager, Desktop and Applications Group di Citrix: «Via via che le persone si abituano alla nuova normalità del lavoro da casa, è più importante che mai dare accesso a un insieme di tool che li mantengano motivati e produttivi, mantenendo al tempo stesso le informazioni al sicuro. Lo spostamento in massa verso il lavoro da remoto ha accelerato la migrazione su cloud e noi siamo pronti a offrire ai nostri clienti soluzioni che permettono loro di creare workspace digitali sicuri che vanno incontro alle loro esigenze attuali e future».