Australia sotto attacco informatico: il commento di FireEye

Per FireEye, in questo mondo sempre più connesso, gli attacchi State-sponsored continueranno a essere una minaccia critica per le istituzioni globali

FireEye ha commentato gli annunci del Primo Ministro e del Ministro della Difesa australiani sui numerosi attacchiad alto profilo e con obiettivo la sicurezza nazionale – subiti nell’ultimo periodo.

Lo ha fatto tramite Tim Wellsmore, Director Mandiant Government Solutions, Asia Pacific, secondo cui, in questo mondo sempre più connesso e tecnologico, questa tipologia di attacchi State-sponsored, continueranno a essere una minaccia critica per le istituzioni globali.

Per Wellsmore, infatti, l’annuncio di questi attacchi alle istituzioni australiane è preoccupante ma non inaspettato. A caratterizzare negativamente l’analisi, semmai, è che si tratta di attività sponsorizzate dallo Stato e il loro stretto nesso con la sicurezza nazionale. Tanto più che, di solito, le attività legate alle minacce informatiche sponsorizzate risultano essere la replica diretta delle tensioni geopolitiche che coinvolgono una specifica nazione.

Sempre FireEye sta assistendo, sulla base dei propri clienti, a un crescente sfruttamento delle vulnerabilità e delle esposizioni comuni, come risultato delle minacce State-sponsored annunciate. Fortunatamente, le informazioni fornite dal Governo australiano sono estremamente dettagliate e permettono alle organizzazioni di intervenire tempestivamente nel controllo dei propri programmi di sicurezza informatica, compreso l’uso delle patch e l’autenticazione multifattore dei propri sistemi.