Hewlett Packard Enterprise ha progettato e implementato una soluzione di supporto al distanziamento della realtà umbra

Per poter riavviare le proprie attività produttive, ISA SpA ha richiesto ad HPE una soluzione che fosse in grado di supportare al meglio il proprio impegno a mettere in atto i protocolli di sicurezza per i propri dipendenti, resi necessari dalla pandemia globale COVID-19.

La realtà umbra, tra le più importanti al mondo nella produzione di arredamenti per bar, gelaterie, pasticcerie ed espositori refrigerati per Food&Beverage e Retail, è, dunque, ripartita con la soluzione di supporto al distanziamento HPE.

Il sistema realizzato da HPE, proprio in collaborazione con ISA SpA, traccia i contatti di persone e oggetti in real-time per proteggere la salute dei dipendenti che tornano al lavoro. Il sistema, infatti, è dedicato a tracciare i contatti di persone e oggetti in tempo reale, tutelando la salute dei dipendenti nel pieno rispetto della privacy.

Nuovo supporto alla ripresa delle attività produttive

Con la nuova soluzione ogni lavoratore è stato dotato di un dispositivo personale di piccole dimensioni che avvisa attraverso una segnale acustico e una notifica push su uno smartphone collegato se ci si è avvicinati a un collega sotto la distanza 1,5 metri per più di 15 secondi (parametri impostabili secondo le esigenze del cliente).

Il dispositivo personale consente inoltre all’azienda di monitorare e tenere traccia di tutte le interazioni che ogni operatore ha avuto nel contesto lavorativo, in modo da poterne facilmente ricostruire, in caso di necessità e nel massimo rispetto della privacy, la catena di contatti.

Per assicurare il rispetto della privacy individuale, il sistema HPE misura solamente le distanze tra i diversi operatori, non la loro posizione in termini assoluti. A ogni lavoratore è inoltre assegnato un codice che ne garantisce l’anonimato e la cui decrittazione è consentita solo a personale ISA specificamente autorizzato.

Come riferito in una nota ufficiale da Stefano Venturi, Presidente e Amministratore Delegato Hewlett Packard Enterprise Italia: «Mentre ci avviamo verso una nuova fase di questa crisi, arriva forte dal mondo delle imprese la richiesta di soluzioni che permettano di lavorare, di produrre, di generare ricchezza, senza contravvenire alle doverose precauzioni e ai protocolli richiesti dall’emergenza. Per farlo la tecnologia può giocare un ruolo di primo piano, supportando la sicurezza e la salute dei lavoratori. Facendo leva sulle nostre capacità tecnologiche e l’expertise in contesti industriali complessi, come quello del manifatturiero e dei trasporti, abbiamo sviluppato insieme a ISA una soluzione in grado di aiutare loro e molte altre aziende a incrementare al massimo i propri standard di sicurezza e a rispettare i criteri imposti dalle istituzioni».

Facendo leva sulla tecnologia HPE e HPE Pointnext Services, molte altre aziende con necessità simili potranno sfruttare la soluzione di supporto al distanziamento per soddisfare le richieste di istituzioni e parti sociali al fine di concordare piani di ripartenza e di riattivazione.