Atempo Miria scala così la classifica dei software di riferimento per i settori dell’High Performance Computing e dei Big Data necessari nella ricerca

Maleva, distributore capitolino a valore aggiunto di Atempo/Wooxo, annuncia che il software Atempo Miria per aiutare a spostare, migrare, proteggere e archiviare grandi quantità di dati è ora in grado di supportare completamente il file system distribuito Lustre.

Lustre, il cui nome è una fusione di Linux e Cluster, è uno speciale file system nato per supportare reti di cluster di decine di migliaia di nodi e petabytes di dati da immagazzinare, senza compromettere la velocità e la sicurezza.

Grazie a questa nuova importante funzionalità Atempo Miria sta divenendo un software di riferimento negli importanti settori dell’High Performance Computing (HPC) e dei Big Data necessari soprattutto nella ricerca.

Ricerca nel senso più ampio del termine come la metereologia, il settore energetico, la simulazione, dove è importante la velocità di calcolo con moli elevatissime di dati e per queste ragioni si usano speciali file system distribuiti come Lustre.

In Gran Bretagna uno dei più conosciuti progetti di ricerca è ExCALIBUR (Exascale Computing Algorithms & Infrastructures Benefiting UK Research) dove il supporto tecnologico di Atempo sta diventando fondamentale grazie ad Atempo Miria e al supporto di Lustre.

Anche secondo quanto riferito dal Dr Jeremy Yates, UCL, Co-director of ExCALIBUR H&ES, l’ingresso di Atempo nel Panel dei Technology Provider del progetto di ricerca ExCALIBUR fornirà un input inestimabile al processo di gestione e allo spostamento dei flussi di lavoro dei dati generati dal supercomputer.