Akamai è stata riconosciuta da Gartner, per il quarto anno consecutivo, come leader nel Magic Quadrant 2020 per i Web Application Firewalls.

Gli analisti hanno valutato diversi fornitori in base alla loro capacità di esecuzione e completezza della visione.

Secondo Gartner: “la crescita del mercato delle applicazioni web continua ad essere trainata da applicazioni web cloud-delivered e servizi di protezione API. Entro il 2023, oltre il 30% delle applicazioni web e delle API rivolte al pubblico saranno rese sicure da servizi di protezione delle applicazioni web e delle API (WAAP), che combinano la protezione DDoS (distributed denial of service), la Bot Mitigation, la protezione delle API e i firewall delle applicazioni web (WAF). Al momento la protezione riguarda solo il 15%. Entro il 2024, la maggior parte delle aziende che implementano strategie multi-cloud per le applicazioni web nella loro produzione utilizzeranno solo servizi WAAP cloud”.

Perché serve una soluzione olistica di protezione

I team operativi, di sviluppo, e di sicurezza devono lavorare sinergicamente per proteggere dalle minacce non solo le reti e le applicazioni business-critical, ma anche le infrastrutture IT sempre più complesse, le API in rapida evoluzione e i browser. Gli ambienti ibridi multi-cloud o le offerte mobile e SaaS sono tutti esempi di come le applicazioni moderne – soprattutto con il passaggio ad architetture API basate su microservizi – continuano a espandere la superficie di attacco. I criminali informatici, pertanto, utilizzano attacchi multi-vettoriali per sfruttare nuove vulnerabilità, oltre che nelle applicazioni web, nelle funzioni di business logic e nelle supply chain JavaScript.

Akamai ritiene che una soluzione olistica di protezione delle applicazioni web e delle API (WAAP) debba includere funzionalità di sicurezza complementari che possano ricoprire un’ampia gamma di minacce in continua espansione.

Quest’anno, Akamai ha lanciato Page Integrity Manager, progettato per proteggere i siti web dalle minacce JavaScript come lo skimming del web, il form-jacking e gli attacchi Magecart. Oltre all’aumento della sicurezza delle applicazioni web per combattere gli attacchi multi-vettoriali, Akamai ha anche annunciato nuove funzionalità di discovery e profiling delle API grazie al recente aggiornamento della piattaforma.

Come sottolineato in una nota ufficiale da Raja Patel, Vice President of Security Product Management di Akamai: «Il nostro approccio alla sicurezza delle applicazioni web è alimentato dal desiderio di fornire al cliente quattro vantaggi chiave: massima visibilità, elevati risultati in termini di sicurezza, empowerment degli utenti e edge security olistica. Continuiamo a espandere le nostre capacità per proteggere i clienti da nuove minacce, consentendo al tempo stesso a più aziende di proteggere le loro superfici di attacco in continua evoluzione».

Riconoscimenti da parte dei clienti

Gartner Peer Insights documenta l’esperienza dei clienti attraverso valutazioni verified e peer-review. Alla data del 20 ottobre 2020, le recensioni dei clienti di Akamai hanno ottenuto in media un punteggio di 4,5 su 5 sulla base di 127 recensioni.

Ancora per Patel: «Data la crescente complessità delle infrastrutture applicative e la sofisticazione degli attori delle minacce che cercano di compromettere la protezione, una partnership strategica con un fornitore di sicurezza leader del settore è più importante che mai. Continuiamo l’impegno nei confronti dei nostri clienti e crediamo che il riconoscimento, da parte di Gartner, di Akamai come leader del Magic Quadrant nel mercato dei firewall per applicazioni web dimostri ancora una volta come la nostra esperienza di sicurezza all’avanguardia, il forte allineamento dei prodotti e l’ampio portfolio di sicurezza continuino a contraddistinguerci».