Lo specialista nella gestione delle superfici di attacco, Expanse, entra nel mirino delle acquisizioni di Palo Alto. Ecco perché

Palo Alto Networks ha annunciato di aver siglato un accordo definitivo per l’acquisizione di Expanse, specialista nella gestione delle superfici di attacco.

Secondo i termini dell’accordo, Palo Alto Networks acquisirà Expanse per un prezzo totale di acquisto di circa 670 milioni di dollari da pagare in contanti e azioni e circa 130 milioni di dollari di premi azionari di sostituzione, ciascuno dei quali soggetto ad aggiustamenti.

Perché Palo Alto vuole Expanse

Obiettivo di Palo Alto è acquisire la piattaforma di raccolta e informazioni su internet di Expanse per monitorare e mappare gli asset esposti e non dei clienti.

Con il rapido passaggio al cloud e allo smart working da remoto, infatti, molte aziende hanno finito con l’esporre le proprie risorse IT critiche online. Al contrario, i dati di Expense forniscono ai CISO una visione dall’esterno e, grazie alla combinazione con la suite di prodotti Cortex, sarà possibile fornire alle organizzazioni una visione a 360 gradi integrata della propria azienda.

Si prevede che l’acquisizione proposta si concluderà nel corso del secondo trimestre fiscale di Palo Alto Networks, a condizione che vengano soddisfatte le approvazioni regolamentari e le altre condizioni di chiusura abituali.