ABB sceglie Google Cloud per espandere l’impronta cloud dei suoi Information Systems e aumentare l’affidabilità della sua infrastruttura

ABB ha selezionato Google Cloud per espandere ulteriormente la pervasività del cloud dei propri servizi di Information Systems (IS). Il leader tecnologico globale con sede in Svizzera ha scelto di avvalersi di Google Cloud nell’ambito dell’iniziativa ‘Rationalizing IT Operations’ chiamata: Program RIO, volta ad aumentare ulteriormente la scalabilità e la resilienza dei servizi infrastrutturali di tutta ABB.

Migrazione cloud “su misura” per ABB

Google Cloud collaborerà con il team hosting services ABB per realizzare una migrazione cloud ottimizzata e su misura per soddisfare le esigenze di IS, implementandola in modo strutturato e in linea con il nuovo modello operativo deciso dalla azienda. La migrazione sottolinea la maggiore attenzione di ABB verso l’adozione del cloud e l’ottimizzazione delle capacità dei propri data center.

Le funzionalità di data science, intelligenza artificiale (IA) e machine learning (ML) offerte da Google Cloud semplificheranno e miglioreranno la qualità di Information Systems tramite l’automazione e il consolidamento di determinati servizi, ospitati presso data center strategici e siti remoti di ABB e secondo un approccio “cloud-first”.

Come sottolineato in una nota ufficiale da Domink Wee, Managing Director Global Manufacturing and Industrial di Google Cloud: «ABB è un leader tecnologico globale, un’azienda parte di Fortune 500 da molti anni. Siamo entusiasti dell’opportunità che come Google Cloud abbiamo di supportarla nella migrazione dei servizi di Information Systems su cloud e di affiancarla verso un futuro sempre più digitalizzato».

A sua volta, Daniele Lisetto, Head of IS Strategy Office e Sponsor of RIO Program di ABB, ha fatto sapere che: «Siamo davvero lieti di collaborare con Google Cloud al miglioramento della competitività dei nostri servizi di Information Systems e della flessibilità che offriamo ai nostri business customer interni», mentre per Prabhu Chakravarthy, Group IS program Leader di ABB: «La scelta di collaborare con Google Cloud rafforza ulteriormente la nostra vision strategica e stimola l’innovazione a espandere l’impronta cloud dei nostri servizi di Information Systems».