Esker automatizza l’intero ciclo Purchase-to-Pay

La nuova soluzione on demand E-Purchasing completa la suite di software Esker per l’automatizzazione di tutti i processi documentali aziendali

Esker ha annunciato la sua nuova soluzione on demand E-Purchasing, in grado di automatizzare l’intero ciclo purchase-to-pay dalla richiesta di acquisto all’autorizzazione al pagamento delle fatture fornitori. La soluzione completa la suite di software Esker per l’automatizzazione di tutti i processi documentali aziendali.
Questa nuova soluzione è il risultato del nostro costante impegno nel portare valore alle aziende attraverso l’automazione dei processi documentali – ha dichiarato Jean-Michel Bérard, Ceo di Esker –. Unendo tutti i processi in un’unica piattaforma condivisa, Esker offre alle aziende visibilità, efficienza e conformità nei cicli purchase-to-pay e order-to-cash. Ora, con l’automatizzazione del processo di acquisto dall’inizio alla fine, si è creato un forte collegamento tra le richieste d’acquisto, gli ordini d’acquisto e le fatture fornitori”.

Nel dettaglio, con la soluzione Esker E-Purchasing la richiesta d’acquisto viene creata in formato elettronico ed entra in automatico nel workflow approvativo; una volta approvata la richiesta, viene effettuato l’ordine e la ricezione della merce viene inserita nell’applicazione.
Per quanto riguarda l’automatizzazione delle fatture fornitori, il processo avviene nei seguenti step:
– la fattura fornitore arriva in azienda;
– i dati della fattura vengono verificati;
– viene effettuata la riconciliazione a tre vie (tra fattura e ordine di acquisto corrispondente);
– vengono gestite le discrepanze;
– i dati della fattura vengono integrati nel sistema Erp;
– viene autorizzato il pagamento della fattura fornitori.

Il costo della soluzione E- Purchasing prevede una sottoscrizione e dipende dal numero di transazioni effettuate da un numero illimitato di utenti. La soluzione sarà sul mercato in tutto il mondo a partire da aprile 2014, e solo successivamente sarà disponibile su dispositivi mobile, come tablet e smartphone, per soddisfare le esigenze dei dipendenti fuori ufficio o in trasferta.