“Fame di dati”? Ci pensa Fujitsu

Il sistema hyper-scale storage software-defined di Fujitsu realizzato con tecnologie Intel si rivolge alle aziende che necessitano di accesso online istantaneo a enormi volumi di dati

Fujitsu ha annunciato i propri programmi relativi alla messa a punto di nuove appliance storage per mettere una soluzione hyper-scale software-defined storage basata su tecnologie Intel e software open source Ceph a disposizione dei clienti che necessitano di accesso online istantaneo a enormi volumi di dati.

Fujitsu e Intel stanno collaborando per assicurare che la nuova storage appliance Fujitsu basata su file system Ceph sia pronta per l’impiego in ambiti enterprise, integrando Intel Virtual Storage Manager (Intel Vsm) per facilitare la gestione dei cluster Ceph.

I clienti a cui è rivolta la nuova storage appliance Fujitsu sono service provider e cloud provider attenti ai costi, centri di ricerca ed enti della pubblica amministrazione responsabili di grandissimi volumi di dati online, e società di broadcasting e media streaming. Fujitsu si rivolge anche alle istituzioni finanziarie che hanno bisogno di accesso ad hoc a dati storici come documenti contrattuali.
Dal momento che Ceph è parte integrante del progetto OpenStack, le nuove appliance Fujitsu propongono anche l’architettura storage ideale per gli utenti OpenStack.