Avaya, SDN in semplicità

L’architettura Avaya Open SDN Fx è la prima a rendere possibili l’automazione e la programmabilità dal core di rete allo user edge, per un approccio la cui filosofia è “connetti ogni cosa, ovunque”

Le aziende hanno sempre più bisogno di architetture aperte di tipo SDN per costruire le reti flessibili che impongono le applicazioni dinamiche di oggi. L’imperativo è quello del “Connettere qualsiasi cosa, ovunque”.
Per affrontare questa sfida Avaya ha lanciato la nuova architettura SDN Fx, basata sulla tecnologia Fabric Networking, che è la prima tecnologia che rende possibili l’automazione e la programmabilità dal core di rete allo user edge.

Le ricerche mostrano che il 99% dei professionisti It si aspetta che il paradigma SDN sappia andare oltre i data center, ma allo stesso tempo c’è poca fiducia nella funzionalità dei modelli SDN di supportare questa abilità.

Avaya ha superato gli approcci tecnologici attuali grazie a nuovi prodotti dalle nuove funzionalità, fornendo così una soluzione SDN completa, senza bisogno di eliminare e sostituire le reti esistenti. Per rispondere alle attese che la divisione It ripone nel paradigma SDN l’architettura SDN Fx di Avaya si basa su tre paradigmi: un core automatico che trae vantaggio da un singolo Ethernet Fabric esteso quanto la rete, per eliminare la configurazione manuale di ogni salto di rete, riducendo così la probabilità di errori e velocizzando il tempo di reazione; un ecosistema aperto che utilizza i protocolli fabric standard insieme a interfacce aperte e strumenti di personalizzazione open source, aiutando il personale It a rispondere più velocemente alle mutevoli richieste del business, in maniera flessibile e precisa; e un edge abilitato che riesca a sfruttare le estensioni fabric oltre i data center per gli users edge, permettendo ad applicazioni, dispositivi e utenti di connettersi facilmente in qualsiasi punto della rete, interagendo in modo fluido.

“Date le sfide cui ci sottopongono le reti di oggi, specialmente con la nascita del cloud e della virtualizzazione – commenta Rohit Mehra, vicepresidente, Network Infrastructure, IDC –, è d’obbligo portare l’implementazione degli SDN oltre i data center, così da semplificare i punti di connessione e fornire la necessaria integrazione tra applicazioni e utenti. Con la sua SDN Fx, Avaya sta diffondendo quella semplicità che le sezioni IT auspicano, automatizzando il core di rete e unendo davvero le applicazioni per utenti e dispositivi che si trovano ai confini della rete, sia che sfruttino connessioni via cavo, sia wireless”.