“Il nuovo portafoglio prodotti ISTQB e l’evoluzione dell’offerta REQB presentati alla conferenza STF”

Per il sesto anno di fila l’associazione organizza il più importante evento in ambito software testing e requirements engineering in Italia

A cura di Gualtiero Bazzana, Presidente ISTQB e fondatore ITA-STQB

L’associazione ITA-STQB, organizza per il sesto anno la conferenza STF – Software Testing Forum a Milano il 16 Giugno.

STF rappresenta il più importante evento in ambito sw testing e requirements engineering in Italia e anche quest’anno contribuirà allo sviluppo delle competenze mediante una serie di tutorial da parte di esperti internazionali e mediante la conferenza, che prevede 27 interventi ad alto contenuto informativo.

Tra i vari temi che verranno approfonditi, sottolineiamo in particolare l’evoluzione del portafoglio prodotti di ISTQB, leader mondiale nella certificazione delle competenze in ambito testing, con oltre 600.000 esami e 440.000 certificazioni emesse a livello mondiale al 31 Dicembre 2015, di cui oltre 2.000 in Italia.

Come evidenziato dalla figura, nei prossimi mesi si prevede la disponibilità di numerosi nuovi esami di certificazione.
ISTQB da un lato mantiene le certificazioni “classiche” ora raggruppate nel filone Core e consistenti in:

– Foundation: la base per ogni altro esame di certificazione
– Advanced Level Test Manager (AL-TM)
– Advanced Level Test Analyst (AL-TA)
– Advanced Level Technical Test Analysis (AL-TTA)

Dall’altro il filone Agile verrà notevolmente potenziato, estendendo a livello Advanced la certificazione Agile Foundation, che così grande successo sta riscuotendo sul mercato; a regime quindi le certificazioni disponibili saranno:

– Agile Foundation
– Agile Advanced Organizational aspects
– Agile Advanced Technical aspects

L’altra grande novità rappresenta la creazione di un filone di esami “Specialist” che indirizzano temi specifici in modo approfondito; i moduli previsti nella road-map di ISTQB sono:

– Model Based Tester – Foundation Level – già disponibile
– Usability Tester – Foundation Level – pianificato per la fine del 2016
– Automotive Tester – Foundation Level – pianificato per il 2017
– Test Automation Engineer – Advanced Level – pianificato per la fine del 2016
– Security Tester – Advanced Level – pianificato per Maggio 2016

Ulteriori moduli sono alla valutazione per inserimento in road-map, tra cui:

– Mobile Testing
– Performance Testing
– Gaming Testing

FIGURA 1
Grazie a questi nuovi moduli, l’offerta formativa e di certificazione di ISTQB andrà quindi ad estendere significativamente i propri orizzonti, favorendo la crescita della qualità di applicazioni e sistemi software intensive.
Per quanto riguarda la possibilità di sostenere i nuovi esami in italiano attraverso ITA-STQB, la priorità verrà data, oltre al rafforzamento degli esami sul filone Core, sul lancio della certificazione “Test Automation” e a seguire degli altri moduli, in base all’interesse che verrà dimostrato dal mercato.

FIGURA 2
Passando al mondo della gestione dei requisiti, altro tema sul quale ITA-STQB è molto attivo mediante l’adozione dello schema REQB (Requirements Engineering Qualifications Board), le novità riguardano l’adozione delle pratiche di gestione dei requisiti Agile, un’attività necessaria in considerazione dell’evoluzione complessiva del SDLC verso il mondo agile. L’idea è quella di porre l’attenzione su argomenti dei quali si parla molto ma che poi non si vedono particolarmente applicati nelle aziende nonostante il grande interesse che sembrano mostrare. REQB è uno schema che punta anche sulla parte di analisi e di individuazione chiara dei requisiti, uno degli attuali punti deboli che sta a monte dell’organizzazione Agile, che è ancora concentrata in modo prevalente sugli aspetti di sviluppo puri piuttosto che sull’intera azienda.