Cisco porta l’innovazione tecnologica in Liguria

214

Siglati due protocolli di intesa con il Presidente della Regione e il Sindaco di Genova. Ecco per fare che cosa

Rientrano in Digitaliani, il programma di investimenti che Cisco ha lanciato in Italia per accelerare la digitalizzazione nel nostro Paese, i due protocolli di intesa siglati dal Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, il Sindaco di Genova, Marco Bucci e l’Amministratore Delegato di Cisco Italia, Agostino Santoni.

Nello specifico, il Protocollo di Intesa firmato con Regione Liguria ha tre obiettivi:

·         creare un modello per offrire soluzioni tecnologiche innovative e altamente sicure, nell’ambito di tre importanti progetti strategici finanziati dalla Regione e gestiti da Liguria Digitale;

·         rafforzare il Programma Cisco Networking Academy nel nostro territorio, attraverso la Digital Academy di Liguria Digitale, proponendo a giovani e insegnanti corsi di formazione dedicati alle competenze digitali più richieste dal mondo del lavoro;

·         collaborare con start-up, università e mondo della ricerca per iniziative nell’ambito della cosiddetta trasformazione digitale.

Non a caso, con i suoi data center progettati e gestiti da Liguria Digitale, la Regione Liguria si è candidata a diventare Polo Strategico Nazionale. Si tratta di un obiettivo molto ambizioso, che richiede un potenziamento delle infrastrutture tecnologiche per renderle ancora più sicure, potenti e disponibili.

Il Comune di Genova, invece, ha siglato un accordo con Cisco che prevede le seguenti iniziative di sviluppo tecnologico:

·         formazione digitale per i cittadini;

·         creazione di un “polo di attrazione” per tutte quelle realtà che si occupano di innovazione (quali le start-up);

·         sperimentazione di una piattaforma wi-fi, che ha come obiettivo quello di digitalizzare l’area del Museo di Villa Croce, valorizzandola.

Una rete per lanciare innovazione culturale e servizi ai cittadini
Il protocollo di intesa firmato da Cisco e dal Comune di Genova si incentra, invece, sull’idea di realizzare nell’area del Museo di Villa Croce un’infrastruttura per offrire connettività di rete Wi-Fi nel Museo e nel parco circostante. Si tratterà di una rete, realizzata con l’apporto tecnico scientifico e l’esperienza di Liguria Digitale, con caratteristiche tali da permettere di fruire di applicazioni innovative legate al mondo della cultura e valorizzare, con l’uso di tecnologie quali la realtà aumentata, le opere d’arte moderna esposte nel Museo.

Il compito di ideare tali applicazioni sarà affidato alle start up e alle aziende interessate presenti sul territorio, a cui in questo modo si mette a disposizione una “piattaforma” per lo sviluppo dei loro progetti. La stessa infrastruttura, nelle intenzioni del Comune, può supportare anche lo sviluppo di nuovi servizi digitali di comunicazione tra amministrazione e cittadini – e viceversa.

Con l’iniziativa “Supporto alla formazione innovativa e sociale” il Comune di Genova e Cisco intendono sviluppare progetti formativi congiunti legati al programma di formazione Cisco Networking Academy, per soggetti individuati in accordo il Comune di Genova, quali ad esempio i propri dipendenti o i cittadini utilizzatori delle applicazioni innovative sviluppate nell’ambito del programma.