IDC spiega il valore della Real time economy

Consapevole di come il tempo rappresenti una leva competitiva essenziale per la sopravvivenza aziendale, IDC ha organizzato un webinar in streaming

Il prossimo 24 ottobre andrà in diretta streaming l’IDC Real Time Economy Webinar 2018. Il nuovo live video webinar, che si terrà dalle ore 12 alle 13 si rivolge a CIO/IT Decision Maker, Data Scientist, Innovation Manager e LOB interessati a capire come evolveranno architetture, soluzioni, competenze e processi decisionali data-driven.

Nel corso della diretta streaming, Giancarlo Vercellino, research & consulting manager di IDC Italia, spiegherà perché è oggi necessario introdurre una vera e propria strategia aziendale nella gestione in tempo reale dei processi e con l’aiuto di alcuni esperti del settore fornirà ai partecipanti del webinar le informazioni necessarie a comprendere quali tasselli utilizzare per comporre un’architettura aziendale che possa effettivamente consentire di operare in tempo reale.

La velocità come leva competitiva
La velocità con cui i dati vengono raccolti, estrapolati e analizzati, così come la velocità con cui le imprese reagiscono a tali informazioni è, di fatto, ormai fondamentale per il busienss.

Stiamo sempre di più andando nella direzione di una real time economy, ove i processi, i modelli e gli ecosistemi di business tendono a diventare più digitali e connessi per stare al passo con la velocità imposta dai nuovi consumatori.

Dallo sviluppo dei prodotti all’assistenza ai clienti, tutti i processi aziendali devono essere disegnati e tracciati in ottica real time, basandosi su architetture cloud e software-defined e su tecnologie come i fast data, gli analytics, l’Internet of Things e l’intelligenza artificiale.

Ma non basta: nell’azienda real time, i CIO e l’IT devono rivedere il proprio approccio culturale e organizzativo, abbracciando pratiche più agili, ambienti più collaborativi e metodologie più aperte per cogliere ogni singola opportunità di business e leva di efficienza.

Quanto costa il non agire in tempo reale sui dati
Stando a un’indagine condotta da IDC su un campione di aziende a livello mondiale, tre quarti dei rispondenti oggi ammettono una qualche inefficienza operativa o mancata opportunità di business dovuta all’incapacità di poter agire a livello analitico e decisionale sui dati in tempo reale. Si tratta quindi di una percentuale molto alta di imprese che vedono la propria competitività minata da processi o tecnologie che non permettono di valorizzare appieno i dati e il tempo.

Con la digitalizzazione dell’economia e della produzione, cambiano le strategie aziendali e si affermano nuovi modelli competitivi. Le tecnologie consentono di mobilitare un fattore produttivo del tutto nuovo: il tempo.
Per sapere cosa stanno facendo le imprese italiane per affrontare questa nuova sfida non perdete l’appuntamento di IDC.