Studi professionali in cerca nuovi modelli di business

Se ne parla in un convegno organizzato alla Bovisa dal Politecnico di Milano

Mercoledì 8 maggio 2019, dalle ore 14 alle 18, presso l’Aula Magna Carassa e Dadda, Edificio BL.28, in Via Lambruschini 4, campus Bovisa di Milano, si terrà il convegno: “Dati, dati, dati: l’Umanesimo digitale per i professionisti”.

Sarà l’occasione per confrontarsi con le esigenze di Studi Professionali di Avvocati, Commercialisti e Consulenti del Lavoro chiamati a interrogarsi su come rispondere alle esigenze dei propri clienti in un contesto sempre più competitivo, complesso e in mutamento.

Le informazioni e i dati dei clienti che transitano all’interno degli Studi, infatti, possono essere una risposta alla necessità di sviluppare servizi nuovi e distintivi, in grado di superare la price competition sui servizi tradizionali.

Le tecnologie possono aiutare ad arricchire i modelli di business degli studi? Non solo l’offerta di servizi si sta mettendo in discussione, ma anche la domanda è oggetto di cambiamento. Cosa desiderano le imprese oggi? Quali caratteristiche dovrebbero avere gli studi per soddisfare appieno le esigenze di sviluppo di un’impresa?

In questo contesto, il Convegno è l’occasione per fare il punto sullo stato di digitalizzazione degli Studi professionali, sulla loro capacità di evolvere verso modelli di business più consulenziali e capire come stanno cambiando le esigenze delle PMI italiane, principale mercato di riferimento per i professionisti.

Il convegno sarà, inoltre, l’occasione per presentare i risultati dell’ultimo Osservatorio Professionisti e Innovazione Digitale.

Ai Commercialisti e ai Consulenti del Lavoro che parteciperanno all’evento saranno riconosciuti 4 Crediti Formativi (CFP), uno in più di quelli che saranno assegnati agli Avvocati partecipanti.