Palo Alto: maggiore sicurezza informatica per le imprese

L’azienda americana cresce anche nel nostro Paese puntando sulle soluzioni cloud ed integrazioni con terze parti

Rendere le aziende sicure ogni giorno di più. È questo l’obiettivo di Palo Alto Networks, azienda americana attiva nella vendita di soluzioni di cybersecurity e presente anche nel nostro paese.

Per raggiungere la propria mission Palo Alto punta sull’innovazione, investendo 400 milioni di dollari annui in ricerca e sviluppo. Nell’ultimo periodo i frutti di questa attività si sono concretizzati con il rinnovamento di tutte le soluzioni Palo Alto (avvenute negli ultimi 10 mesi) e con il lancio di nuovi prodotti pesanti soprattutto per il cloud. Tra questi vi è Cortex XDR, un’applicazione capace di aiutare i team di sicurezza ad affrontare gli attacchi più sofisticati grazie ad un sistema di machine learning per la correlazione dei dati. I clienti invece in possesso di un next-generetation firewall che aggiornano alla versione 9.0 di PAN-OS avranno accesso a oltre 60 nuove funzionalità volte a prevedere e bloccare gli attacchi informatici.

Per rendere ancora più completa la propria offerta, Palo Alto ha recentemente completato l’acquisizione di Demisto, azienda specializzata in ambito security orchestration, automation and response (SOAR).

Altro fattore su cui Palo Alto sta puntando fortemente è la creazione di di un ecosistema pensato per semplificare le operazioni di sicurezza delle aziende. In questa direzione, il cuore pulsante dell’offerta di Palo Alto è la piattaforma Security Operating Platform, nella quale convogliano tutte le soluzioni dell’azienda e non solo. Sono infatti presenti integrazioni, sempre sulla piattaforma, con prodotti di terze parti. In questo modo le organizzazioni che decidono di affidarsi a Palo Alto riescono ad avere un approccio completo e maggiormente semplificato alla security.

Stiamo puntando fortemente sul cloud, capace di garantire una maggiore flessibilità e scalabilità alle imprese – ha spiegato Mauro Palmigiani, Country General Manager Italia favorevolmente sorpreso per un aspetto legato alla nuvola. – Al contrario di come avveniva in passato vi è meno timore rispetto alla scelta di soluzioni cloud-basad, prima ritenute poco sicure”.

A confermarlo è la positiva risposta dei clienti: negli ultimi cinque anni, Palo Alto ha registrato una crescita del 29%, cifra questa ben più alta se confrontata con l’andamento del mercato della security, in aumento del 6%. Il numero di clienti a livello worldwide di Palo Alto ha raggiunto le oltre 60 mila imprese: tra queste 85 delle organizzazioni facenti parte del Fortune100.

Molto bene anche in Italia: le realtà del Belpaese che si affidano alle soluzioni Palo Alto sono 1500, in costante crescita. Di questi, il 60% ha deciso di affidarsi ai prodotti in cloud dell’azienda americana. Per supportare l’aumento del business il team presente in Italia ha raggiunto le 28 risorse.

Nel nostro Paese, così come nel resto del mondo, l’azienda americana ha rinnovato il proprio programma di canale, pensato per aumentare la profittabilità dei Partner, a fronte anche di un’offerta in costante aumento. L’azienda sta inoltre lavorando per sviluppare la specializzazione dei distributori e reseller. In questa direzione è stato recentemente annunciato l’accordo con Computer Gross per l’Italia.