SWIFT diventa Network Service Provider per tutti i Servizi TARGET

Da novembre 2021 offrirà servizi di connessione a tutte le infrastrutture di mercato dell’Eurosistema

Da sempre impegnata a sostenere le infrastrutture di mercato e la continua innovazione, SWIFT è stata scelta come Network Service Provider per tutti i servizi TARGET.

L’azienda, che supporta 254 sistemi di pagamento nazionali e regionali in tutto il mondo, è stata scelta tramite lo European Single Market Infrastructure Gateway (ESMIG), attraverso una gara pubblica d’appalto dell’Eurosistema.

A SWIFT è stata conferita la licenza per offrire, a partire da novembre 2021, servizi di connessione a tutte le infrastrutture di mercato dell’Eurosistema operando in qualità di Network Service Provider per i servizi TARGET di quest’ultimo.

In qualità di fornitore selezionato dall’Eurosistema, SWIFT si impegnerà a sostenere i propri clienti nei rispettivi progetti di consolidamento della piattaforma TARGET e migrazione a ESMIG. SWIFT assicurerà un accesso di elevata qualità e a un prezzo competitivo a TARGET Instant Payment Settlement (TIPS) per i pagamenti istantanei, a TARGET2 (T2) per i pagamenti di importo elevato, a TARGET2-Securities (T2S) per il regolamento dei titoli e al futuro Eurosystem Collateral Management System (ECMS).

La combinazione dei servizi di connettività già offerti da SWIFT per le piattaforme EURO1/STEP1, RT1 e STEP2 di EBA CLEARING consente alle banche di affidarsi unicamente a SWIFT per processare tutti i loro pagamento in euro: pagamenti ad alto valore, pagamenti SEPA, pagamenti istantanei e cross-border – in modo sicuro, affidabile e vantaggioso in termini di costo.

Pronti per la migrazione del traffico
Utilizzando SWIFT per la connessione ai servizi TARGET, gli utenti potranno costruire un’infrastruttura adatta ad affrontare le sfide future, massimizzando i propri investimenti. SWIFT offrirà ai propri clienti una serie di prodotti e servizi ideati al fine di aiutarli a essere pronti per la migrazione del traffico TARGET2 RTGS allo standard ISO 20022 a novembre 2021. Questi includeranno i servizi di validazione standard (ISO 20022), traduzione e test.

SWIFT incoraggia l’industria bancaria a pianificare e organizzare questa migrazione in combinazione con altre migrazioni ISO 20022 che avverranno nello stesso periodo, sia nel perimetro delle infrastrutture di mercato (EBA CLEARING’s EURO1, The Bank of England’s CHAPS, the US Federal Reserve’s Fedwire, The Clearing House (TCH) e altri) così come nell’area dei pagamenti internazionali, dove la migrazione verso l’ISO 20022 è prevista nel Novembre 2021.

Come riferito in una nota ufficiale da Alain Raes, Chief Executive EMEA e Pacific Asia, di SWIFT: «Siamo entusiasti di diventare un Network Service Provider per tutti i Servizi TARGET. Prendiamo molto seriamente il nostro ruolo all’interno di questo importante progetto infrastrutturale e stiamo già lavorando sia con l’Eurosistema sia con i nostri clienti per aumentare la consapevolezza sulle tempistiche ristrette e per garantire una migrazione di successo e senza ostacoli della comunità».